Milan, rivoluzione anche nel settore giovanile: si pensa a Carbone per il dopo Beretta

Mario Beretta
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan pensa di sostituire Beretta con Carbone alla guida del settore giovanile. Il cambiamento rientra nella rivoluzione societaria di Gazidis

Il settore giovanile del Milan non rende come vorrebbe l’amministratore delegato Ivan Gazidis e per questo si prospetta un cambio al vertice. Secondo quanto riporta Sportmediaset, Mario Beretta potrebbe essere sostituito da Angelo Carbone, attualmente osservatore per il Diavolo, come coordinatore del vivaio. Il probabile addio di Beretta è dovuto principalmente agli scarsi risultati sportivi (la Primavera rischia seriamente la retrocessione) e la mancanza di talenti pronti ad esplodere. In realtà la rivoluzione in caso di mancata qualificazione alla Champions League della prima squadra potrebbe avere un respiro decisamente più ampio. Proprio in quest’ottica va letto l’addio di Carolina Morace. Il tecnico del Milan Femminile avrebbe avuto degli attriti con la società ma il problema principale era che è stata scelta dalla vecchia proprietà. L’allenatore potrebbe essere sostituito da Piovani del Sassuolo.

Una volta sistemati il settore giovanile e quello femminile, Gazidis sembra intenzionato a salutare non solo Gennaro Gattuso ma anche alcuni vertici societari. Per quanto riguarda la guida tecnica, il nome più concreto al momento è quello di Eusebio Di Francesco ma si sono fatte più insistenti le voci anche di un possibile addio di Leonardo e Maldini. Al posto del dirigente brasiliano potrebbe arrivare Luis Campos, ds del Lille. Elliott detiene alcune quote di minoranza del club francese e ciò potrebbe favorire l’arrivo del manager portoghese nonostante le parole di circostanza del presidente del Lille.