Piatek, con parole del genere non accetterebbe mai la corte del Real

© foto www.imagephotoagency.it

Piatek, un anno straordinario tra Genoa e Milan, il ragazzo è consapevole della propria forza ed ora pensa alla nazionale polacca

Piatek voleva la Champions, ci sperava perchè se la merita tutta, un giocatore così deve giocare in Europa ad alti livelli, purtroppo però il Milan fondamentalmente ha perso questa occasione nella prima parte di stagione quando lui non c’era e a puntare la porta avversaria ci pensava Higuain. La stagione del fenomeno polacco termina con 30 goal tra Genoa e Milan, suddivisi in campionato e Coppa Italia. Genoa: 13 in Serie A e 6 in Coppa. Milan: 9 in campionato e 2 in Coppa Italia. Mancava una sola rete per andare in doppia cifra con i rossoneri, così non è stato ma ben venga tutto ciò che questo straordinario attaccante ha portato da Gennaio a questa parte, se può servire per l’immediato futuro.

DA SOLO NON BASTA- Prima di tutto, per consentirgli di andare a rete con continuità serve più coraggio dal punto di vista del gioco. Gattuso da questo punto di vista si è sbloccato, accantonando la paura nell’ultimo mese, forse troppo tardi. Il non gioco, spesso lo ha messo in condizione di subire la pressione dei difensori avversari ma ad ogni modo si è sempre fatto trovare pronto ad ogni chiamata. Parliamo ancora di Gattuso dato che si tratta ancora del tecnico del Milan.

DIFFICILE PARLARE DI FUTURO- In questi momenti diventa complicato parlare di futuro, davanti a tutto una coltre bianca fumosa che non delinea alcun orizzonte. Se però pensiamo al potenziale di questo ragazzo da arricchire con un mercato mirato che possa aiutarlo, allora diventa più facile pensare che questa esclusione si un’ulteriore prova per capire veramente verso quale direzione andare. Encomiabili le parole dell’attaccante sui social al termine della gara con la Spal, una dimostrazione d’affetto enorme nei confronti del Milan ma anche verso se stesso, con la consapevolezza di aver fatto qualcosa di grande.

REAL MADRID- Il Real intanto osserva da spettatore non pagante l’evolversi della situazione Milan, il club da oggi è sicuramente più vulnerabile dal punto di vista finanziario, Florentino Perez potrebbe avanzare una proposta interessante che stando alle parole del giocatore dovrebbero prontamente tornare al Mittente. Il Milan invece come prenderebbe una vera e propria proposta d’acquisto?

View this post on Instagram

🇵🇱 I tak mój pierwszy sezon w #seriea dobiega końca. Przed przyjazdem do Włoch nie wyobrażałem sobie, że zdobędę łącznie 30 bramek dla dwóch drużyn, w których miałem przyjemność grać. W moich najpiękniejszych snach nie sądziłem, że będę najlepszym strzelcem Pucharu Włoch, trzecim w klasyfikacji ligi. Dziękuję wszystkim za wielkie wsparcie i emocje, które wspólnie przeżyliśmy. Teraz nadszedł czas na krótki odpoczynek, by potem dać z siebie maksimum w drużynie narodowej @laczynaspilka . Mam nadzieję, że kolejny sezon będzie jeszcze lepszy! 🔫🔫 🇮🇹E così si chiude la mia prima stagione in @seriea. Prima di arrivare in Italia non immaginavo che avrei segnato 30 gol totali per le due squadre nelle quali ho avuto la fortuna di giocare @genoacfcofficial, @acmilan. Neanche nei sogni più belli non pensavo di poter diventare il capocannoniere della coppa, il terzo nella classifica del campionato. Ringrazio tutti per il grande supporto e per le emozioni che abbiamo vissuto insieme. Ora è tempo per un breve riposo e per dare il massimo alla Nazionale. Spero che la prossima stagione sarà ancora migliore! 🔫🔫🔴⚫ #forzamilan #kp19

A post shared by Krzysztof Piątek (@pjona_9) on