Il Milan ha deciso: presto si passa a (tre) cose formali

Gattuso Milan
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan corre in campo e fuori: nelle prossime settimane potrebbero arrivare tre importanti rinnovi di contratto

Dopo una fase di calma apparente, dovuta certamente anche agli ottici risultati in campo, nelle prossime settimane Casa Milan potrebbe diventare luogo di incontri continui. Secondo quanto riportato da Tuttosport, Marco Fassone sta vigilando e lavorando alacremente per ottenere il rifinanziamento del debito con Elliott (370 mln, interessi inclusi) con Merrill Lynch che dovrebbe portare dei risultati sia sul debito di AC Milan sia su quello di Yonghong Li. Inoltre ci sarà da porre l’attenzione in merito a tre rinnovi che, ad oggi, appaiono imprescindibili: Gennaro Gattuso, Patrick Cutrone e Alessio Romagnoli. Per quanto riguarda l’allenatore, l’accordo attuale prevede 120 mila euro annui fino al 2019: l’intesa è vicina e si parla di un aumento sostanzioso (2 milioni almeno) e di un’aggiunta di un altro anno (2020) nel contratto. Gattuso, però, come riportato in esclusiva da MilanNews24, tentenna perché vorrebbe prima chiudere la stagione con qualcosa da ricordare: la finale di Coppa Italia, il cammino in Europa League e la rincorsa Champions lasciano ben sperare.

CUTRONE E ROMAGNOLI – Per quanto concerne l’attaccante, il contratto è stato già rivisto e prolungato due volte nell’arco della stagione ma sono partiti i lavori per una nuova modifica, con ingaggio che arriverà attorno ai 500 mila euro con un contratto fino al 2022. Discorso analogo per Romagnoli, per il quale ci sarà un incontro Sergio Berti-Mirabelli nelle prossime settimane: il rinnovo porterà ad un innalzamento dello stipendio (da circa 2 milioni a circa 3,5/4) e un prolungamento di contratto fino al 2023.

Articolo precedente
Stampa RassegnaRassegna stampa del 7 marzo 2018
Prossimo articolo
Milan, continua il restyling: addio ad un altro berlusconiano