Ufficiale, accolto il ricorso del Milan: annullata la squalifica dall’Europa League!

europa league
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan è nuovamente riammesso in Europa League! Ecco il verdetto del Tas ancora non ufficiale

Adesso è ufficiale, il Tas ha accolto il ricorso del Milan e ha annullato la squalifica del Milan dalla prossima Europa League! Il tribunale di Losanna ha giudicato smisurato e totalmente sproporzionato il verdetto della Uefa di squalificare la società rossonera da un anno di esclusione dalla competizione continentale. Decisiva ovviamente nel lungo incontro di ieri è stata la presenza dell’uomo di Elliott Franck Tuil che ha sancito la fine della continuità aziendale con la proprietà di Yonghong Li azzerando di fatto il debito accumulato dall’imprenditore cinese con il “pignoramento” della società. Ora che l’ufficialità è stata diramata il Tas rimanda nuovamente il Milan nuovamente alla Uefa a cui però è stato chiesto di esprimere un giudizio meno sproporzionato che coinciderà sicuramente con la riammissione del Diavolo in Europa League. I rossoneri partiranno dal girone, Atalanta ai preliminari, esattamente com’è stato il giudizio sul campo. Da alcune voci provenienti da Milanello i giocatori rossoneri che oggi disputeranno la prima amichevole stagionale contro il Novara starebbero festeggiando il verdetto del Tas che riammette il Milan alla prossima Europa League.

Ci siamo lasciati ieri sera con le parole di Marco Fassone che ieri all’uscita dell’udienza del Tas, dopo 10 ore di discussioni, ha parlato dell’ammissione del Tas alla richiesta del Milan di obbligare la UEFA a presentare i documenti relativi ai casi di Psg, Manchester City e Inter. Punto a favore della difesa rossonera che fin qui si era scontrata con un muro. Tuttavia ora per i rossoneri il responso della del tribunale d’appello di Losanna lascia partire un grande respiro di sollievo che dall’edificio ubicato in Svizzera raggiunge Milanello e i ragazzi di Gennaro Gattuso.  Ad attendere la sentenza non erano soltanto dirigenti, giocatori e tifosi rossoneri ma anche quelli di Atalanta (che nel caso di squalifica confermata per il Milan sarebbe partita dai gironi) e Fiorentina che sarebbe stata la squadra ripescata nella competizione continentale sostituendo proprio il Diavolo. Il verdetto arrivato pochi minuti prima delle ore 13 ha accolto il ricorso dei rossoneri riammettendo di fatto il Milan alla prossima Europa League! A completare il quadro e rasserenare ulteriormente gli animi dei tifosi del Milan è il primo post ufficiale della stagione di Leonardo Bonucci che con una frase d’esultanza smentisce di fatto le voci riguardo un suo possibile passaggio al Psg.

Udienza Tas, cos’è successo ieri

19.10: si è conclusa dopo 10 ore l’udienza del Milan al TAS di Losanna. Ecco le parole di Fassone ai microfoni di Sky: «Abbiamo presentato tutto quello che avevamo preparato, è stata una giornata estenuante ma la presenza fisica di Elliott è stato un segnale importante soprattutto quando avviene un cambio di azionista. Gli arbitri hanno a disposizione tutte le chiavi di lettura per giudicare al meglio. La sentenza? Arriverà domattina». 

17.30: È previsto per venerdì mattina 20 luglio, dopo le ore 11, l’annuncio della decisione del Tas sull’appello del Milan contro l’esclusione per una stagione dalle coppe europee decisa dalla Camera giudicante della Uefa. E’ quanto apprende l’ANSA. L’udienza è ancora in corso e probabilmente si concluderà oltre le 18, orario inizialmente previsto per la conclusione dell’audizione.

17.00: Si va verso la conclusione dell’udienza che dovrebbe chiudere i lavori intorno alle ore 18/18.30. La comunicazione della sentenza dovrebbe arrivare domani mattina ma già questa sera il Milan potrebbe essere allertato su quello che dovrebbe essere il giudizio del tribunale di Losanna in attesa delle motivazioni che invece potrebbero arrivare al completo nella giornata di domani. Quasi tutto il personale amministrativo del TAS è uscito: sono rimasti solo i giudici (arbitri) e le parti in causa (Milan e Uefa).

15.30: Il Milan ha concluso la propria deposizione, Fassone ha parlato per oltre un’ora allegando alle parole sue e della Montanari anche una memoria difensiva di oltre 30 pagine che la commissione di Losanna sta analizzando proprio in questi minuti. Molto folta, 7 persone (5 + 2 di Elliott), la spedizione rossonera che oggi è intervenuta nel corso dell’udienza al Tas di Losanna. Ora l’arringa spetterà agli avvocati UEFA che riproporranno le motivazioni che hanno spinto la federazione a squalificare la società rossonera per un anno dalle competizioni continentali (Europa League). Per le 18-18.30 prevista la conclusione dei lavori. La sentenza potrebbe invece essere emessa questa sera o al massimo nella mattinata di domani.

14.00: Annullata la pausa pranzo di 45 minuti prevista ad inizio mattinata, le deposizioni sono state più lunghe del previsto. C’è il rischio concreto che la sentenza possa slittare a domani anche perché la tesi difensiva presentata dal Milan ha portato una documentazione molto ampia e variegata. I rossoneri stanno facendo di tutto per convincere gli arbitri di Losanna che rispetto alla gestione Yonghong Li le cose sono cambiate e molto.

Oggi potrebbe essere il giorno decisivo, il giorno del Tas. L’udienza è iniziata alle 09:30 con le dichiarazioni delle due parti, in seguito si è passati, e sta avvenendo in questi minuti, all’esame dei testi e quindi agli interventi dell’ad Marco Fassone e il manager Elliott Tuil. Dopo la pausa invece ci sarà spazio per arringhe ed eventuali controrepliche. La conclusione dell’audizione è prevista per le 18:00. La delegazione rossonera, ricordiamo, oltre ai già citati nomi, è composta dai legali Roberto Cappelli, Andrea Aiello e Antonio Rigozzi. Il collegio arbitrale del Tas è presieduto da Ulrich Haas, professore all’università di Zurigo, che in passato ha partecipato a diverse importanti cause.

Secondo quanto riportato a SportMediaset da Carlo Pellegatti, nelle ultime ore sono aumentate le chance che il Tas prenda ancora tempo per confermare la sentenza o annullare la decisione Uefa. Marco Fassone e Tuil hanno da poco finito di discutere la memoria difensiva, nella quale sono stati toccati i punti dell’uguaglianza di trattamento e del debito nei confronti dell’azionista di maggioranza. In questi minuti sta avendo luogo la pausa pranzo, poi nel pomeriggio la parola passerà agli avvocati, con la sentenza che però, ricordiamo, potrebbe giungere domani e non oggi in serata. Il Milan è ad un importante bivio e domani, al più tardi, sarà tutto più chiaro.

Sentenza Tas, la composizione della giura

Siamo alla resa dei conti in casa Milan, la giornata odierna deciderà molto probabilmente l’immediato futuro della squadra di Gattuso: urna di Europa League oppure un anno da spettatori ma con tante buone prospettive in virtù dell’ingresso di Elliot. Si perchè oggi a Losanna sarà un dentro o fuori diverso da come lo abbiamo immaginato in questi mesi: il subentro del fondo americano ha mischiato nuovamente le carte, aumentando così le possibilità di mercato che ora si fanno sempre più insistenti, data la reale possibilità di imbastite contrattazioni importanti in entrata ( vedi Badelj e Morata). Tornando al Tas, per il Milan saranno presenti gli avvocati Cappelli e Aiello, l’a.d. Fassone e la responsabile finanziaria Valentina Montanari. Dei titolari fanno parte anche Antonio Rigozzi, legale esperto in contenziosi sportivi e già vittorioso (al fianco della Juventus) nel caso Fifa-Mutu, e Franck Tuil, rappresentante del fondo Elliott.

Sentenza Tas, le possibili soluzioni

L’Arbitro sarà ovviamente il Tribunale arbitrale dello sport: come detto potrà accogliere il ricorso milanista e riammettere la squadra in Europa oppure no, confermando la sentenza Uefa precedente che esclude la società dalle coppe europee. Possibile anche una terza via: il rimando all’Adjudicatory Chamber con l’obiettivo di un nuovo Settlement Agreement. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello sport l’udienza inizierà alle 9 e 30 del mattino e il dibattimento – con interventi delle due parti – continuerà anche nel primo pomeriggio. La fine dell’audizione è prevista per le 18, mentre la sentenza sarà emessa poco dopo.

Articolo precedente
BonucciMilan, uscite: Bonucci oggi in campo ma la situazione potrebbe presto cambiare
Prossimo articolo
Li ElliotElliott riporta il Milan in Europa, Yonghong Li indagato dalla Procura di Milano