Sassuolo-Milan, Montella: sarà davvero la gara decisiva?

Berardi
© foto Domenico Berardi, 8 gol segnati al Milan

Il tecnico rossonero si trova di fronte l’ennesimo bivio della stagione, tuttavia non è escluso che possa rimanere anche in caso di sconfitta

Montella Domenica si gioca molto, forse tutto e questo lo sappiamo. In caso di sconfitta con il Sassuolo potrebbe saltare mentre in caso di vittoria difficilmente assisteremo ad un esonero, come giusto che sia.

SE IL MILAN PERDESSE- In caso di sconfitta potremmo si assistere ad un esonero con vista sulla pausa nazionale per ripresentarsi a Napoli con il nuovo tecnico. Ma da quanto dura questa possibilità? Dalla gara con la Lazio e quindi praticamente da inizio campionato Montella vive di alti e bassi che ad ogni gara lo pongono in una condizione di dentro o fuori che puntualmente viene smentita anche in caso di sconfitta. Insomma fino ad ora Montella avrebbe dovuto essere esonerato ad ogni risultato negativo come ricordato da lui stesso nel dopo partita di Atene. Quindi perchè esonerarlo domenica sera, sempre in caso di esito negativo, se fino ad ora non è stato fatto? Sono mesi che Montella vive partita dopo partita la gara decisiva e fino ad ora non lo è mai stata. Forse la società non ha nessuna intenzione di interrompere il “progetto” oppure ad oggi il subentrante non sarebbe ancora pronto, soprattutto con la gara di Napoli alle porte.

SE IL MILAN VINCESSE– Malgrado tutto quando il Milan vince ritorna improvvisamente la grande squadra dell’estate scorsa. Ed ecco allora che Montella deve rimanere. Prendiamo in esame la gara con il Chievo, il Milan vince 4-1? Bene, il Milan è tornato grande. Ma fino a quando? fino allo 0-2 con la Juventus ed allo 0-0 con l’Aek di Atene. Insomma le vittorie sembrano folate improvvise destinate a rimanere isolate, senza continuità di risultati. Le uniche vittorie in fila in campionato il Milan le ha messe a segno con Crotone e Cagliari alla partenza e poi con Udinese e Spal, quest’ultima battuta con 2 rigori, per rimanere in tema dei pochi goal segnati su azione. Decisamente è un Milan che vive di emozioni grandissime, si passa dall’euforia totale alla depressione più nera da una partita all’altra. Si vince con il Sassuolo, si va avanti con Montella.

IN CASO DI PAREGGIO?- Aspettiamoci un altro pari a reti bianche anche se francamente il Sassuolo degli ultimi tempi qualche cosa concede, ad ogni modo un pari non sarà sicuramente decisivo per le sorti del tecnico rossonero.