Eroi nazionali: Rodriguez, Kalinic, Bonucci…ora trascinate il Milan!

© foto www.imagephotoagency.it

I giocatori del Milan hanno fornito ottime prestazioni con le proprie nazionali. Ora dovranno trascinare i rossoneri verso il quarto posto

Archiviata la delusione azzurra per il mancato accesso alla fase finale del Mondiale di Russia, è tempo di pensare alla Serie A. In vista della trasferta di Napoli i rossoneri potranno contare su alcuni giocatori rivitalizzati dalle esperienze con le proprie nazionali.

BONUCCI – Il capitano milanista contro la Svezia ha disputato due gare da vero gladiatore. A Solna è stato uno dei migliori pur dovendo marcare due brutti clienti come i giganti Toivonen e Berg. La frattura al setto nasale non gli ha impedito di prendere parte al match di San Siro nel quale, nonostante un duro colpo al ginocchio, ha messo in mostra tutte le proprie qualità tecniche e caratteriali. Dall’espulsione contro il Genoa il giocatore sembra aver ritrovato la giusta condizione mentale per tornare ai livelli degli ultimi anni. Sarà proprio lui a guidare il Milan alla riscossa già dal prossimo delicato impegno contro il Napoli.

RODRIGUEZ – Lo svizzero è uno dei migliori terzini sinistri d’Europa. Fatta eccezione per l’ingenuità nel derby, il giocatore ha anellato una serie di prestazioni positive con il Milan sebbene Vincenzo Montella si ostini a schierarlo da centrale di difesa. Con la propria nazionale ha messo a segno il penalty decisivo contro l’Irlanda del Nord. Il suo contributo nel girone di qualificazione, soprattutto contro la Lettonia e l’Ungheria, ha trascinato gli elvetici in Russia. Il tecnico milanista dovrà iniziare a schierarlo a sinistra nel suo ruolo ideale possibilmente in una difesa a quattro.

KALINIC – Criticato per gli errori sotto porta contro Juventus e Sassuolo i lcroato si è riscattato in nazionale. L’ex Fiorentina non sarà un top player ma quando la squadra gira sa essere decisivo. Contro la Grecia un suo gol di tacco ha affondato la selezione ellenica nel 4 a 1 della Croazia. Al Milan per ora ha segnato solamente 3 reti, un magro bottino per il centravanti titolare dei rossoneri.

La rincorsa Champions passerà anche e soprattutto dal riscatto di alcuni giocatori. Gli impegni con le nazionali hanno confermato che il valore dei singoli non è basso ma manca un’idea tattica alal base del gioco milanista. Soltanto Montella potrà dare un’anima alla squadra. A partire dal San Paolo.

Articolo precedente
Milanello, Biglia sta rientrando in gruppo. Si ferma Storari
Prossimo articolo
Social, IKEA prende in giro Ventura e gli italiani – FOTO