Connettiti con noi

HANNO DETTO

Mirante: «È stata una trattativa lampo, non potevo non accettare il Milan»

Pubblicato

su

Antonio Mirante ha rilasciato una lunga intervista di presentazione ai microfoni di Milan TV, ecco le parole del nuovo giocatore rossonero

Antonio Mirante ha rilasciato una lunga intervista di presentazione ai microfoni di Milan TV, ecco le parole del nuovo giocatore rossonero:

Sull’arrivo al Milan e non solo: «È stata una trattativa lampo. Spero che Mike Maignan recuperi presto. Io sono molto contento di questa nuova avventura. Non potevo non accettare il Milan. Spero di portare non solo esperienza ma tanta umanità, anche se da fuori ho potuto già notare che questo spogliatoio è a livelli altissimi. È una squadra che da l’impressione di avere un grande entusiasmo, di essere sempre positiva e questo per me è un grande valore. Il Milan dà sempre l’idea di quello che fa, dà sempre l’idea di essere una squadra forte, dà sempre la  percezione di quello che deve fare in campo. È una squadra cbe ha un’identità ben precisa, può dare del filo da torcere a tutti».

Su Pioli: «Non abbiamo mai lavorato insieme, ci siamo sempre affrontati. Ho sempre avuto l’impressione di un allenatore preparato, è arrivato al Milam nel momento migliore e questo ha permesso alla squadra di crescere ulteriormente, credo che questa crescita e questo matrimonio duri a lungo».

Sulla conoscenza dei compagni di squadra: «Ho sentito Florenzi tramite messaggio, ci siamo dati appuntamento domani a Milanello. Ho conosciuto Romagnoli in Nazionale. Sono certo che non avrò difficoltà ad inserirmi in un contesto del genere».

Su Dida: «È un portiere eccezionale, come preparatore non lo conosco ma già in precedenza alla Roma ho capito che questa è la mia filosofia che si può sempre migliorare. Io arrivo al campo conscio dal fatto che ogni giorno metto un mattone sulla mia esperienza e sulle mie qualità. Credo che Dida mi possa portare ancora tanto,  a limare i miei difetti che anche io li devo limare alla mia età. Non posso pensare di accontentarmi. Lavorerò molto con lui per migliorare ciò che ritiene che debba essere migliorato».

Sul saluto ai tifosi del Milan: «Saluto tutti e sono felice di essere qua. Ci vediamo a San Siro sabato».