Milan, Sensi può arrivare ma solo a determinate condizioni: i dettagli

© foto www.imagephotoagency.it

Sensi al Milan, operazione fattibile, tuttavia bisognerà trovare un accordo economico sulla base di un prestito più che di una cessione

Sensi al Milan si può fare, tutto sta nel trovare una quadra finanziaria ottimale per evitare problemi con la Uefa, dato il costo importante del cartellino anche se non proibitivo. Come? Prestito con diritto di riscatto, la via più semplice apparentemente.  Come riporta la Gazzetta dello Sport, l’unica via percorribile per arrivare al centrocampista del Sassuolo sarebbe questa, con il Milan pronto a inserire nella trattativa, come potenziale contropartita tecnica, il cartellino del giovane portiere Plizzari. Il colpo in questa sessione di mercato del Milan fino ad ora è stato il giovane brasiliano Lucas Paquetá, trattato in tempi meno sospetti. Oggi c’è la Uefa a vigilare sui movimenti rossoneri, che siano prestiti con diritto oppure obbligo o acquisti immediati. Nonostante l’osservazione dedicata, i rossoneri proveranno a rinforzare il centrocampo e non solo.

OBIETTIVO RAGGIUNGIBILE- Come sopra riportato, Sensi rimane uno degli obiettivi più raggiungibili ad oggi, il club di Squinzi non ha messo nessun un veto sulla cessione del giovane e potrebbe anche accettare l’offerta di prestito con diritto di riscatto. Il problema rimane il costo del cartellino: 25 milioni di euro, una cifra che complica il mercato del Milan nonostante la si vada a pagare alla scadenza del prestito. Prestito che potrebbe addirittura formalizzarsi con un biennale, a questo punto con l’obbligo, come successo con Kessie, 28 milioni di euro da pagare all’Atalanta a fine stagione dopo 2 anni in rossonero.

DI MARZIO CONFERMA- Due sere fa, il noto esperto di calciomercato Gianluca di Marzio, durante la nota trasmissione Calciomercato – L’Originale, ha parlato così della trattativa: «Per Sensi, da Sassuolo non è arrivata una chiusura sulla sua possibile partenza a gennaio. Un’offerta corretta potrebbe far smuovere i neroverdi, ma bisogna capire cosa verrà messo sul piatto. Sensi piace a Leonardo, Maldini e Gattuso, mette tutti d’accordo».