La delusione di Calabria: «C’è rabbia e senso d’ingiustizia, ma anche appartenenza»

Calabria
© foto Davide Calabria, classe 1996

Calabria dopo la finale di Supercoppa Italiana esprime tutta la sua delusione su Instagram ma anche la voglia di lottare per gli obiettivi stagionali

Il difensore del Milan Davide Calabria esattamente come alcuni suoi compagni di squadra e molti tifosi è rimasto molto deluso dalla sconfitta con la Juventus in Supercoppa Italiana anche per la gestione del direttore di gara. Il terzino si accoda quindi al capitano Alessio Romagnoli, che ha attaccato le decisioni su diverse situazioni di fuorigioco, e all’ormai ex compagno di squadra Gonzalo Higuain, che è sembrato davvero furioso al momento del fischio finale. Calabria ha scelto il proprio profilo Instagram per esprimere tutta la sua delusione ma anche il desiderio di ripartire e lottare per il tanto desiderato quarto posto che vale la Champions League.

«Ho tante cose che mi passano per la testa in queste ore, quel senso d’ingiustizia, quella rabbia, ma anche quel senso di appartenenza per questa maglia e quella speranza di poter tramutare questa rabbia in determinazione e voglia per raggiungere i nostri obiettivi… Più forti di prima, più uniti di prima», scrive Calabria.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ho tante cose che mi passano per la testa in queste ore, quel senso d’ingiustizia, quella rabbia, ma anche quel senso di appartenenza per questa maglia e quella speranza di poter tramutare questa rabbia in determinazione e voglia per raggiungere i nostri obiettivi… Più forti di prima, più uniti di prima 🔴⚫️ #Supercoppa

Un post condiviso da Davide Calabria (@davidecalabria2) in data: