Il Milan risponde duramente a Gravina e ai moralisti sul caso Acerbi

Scaroni
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan risponde a Gravina e Malagò in merito agli attacchi ricevuti per la vicenda della magli di Acerbi

La società rossonera risponde a tono agli ultimi attacchi provenienti da Gravina e Malagò.  Il presidente della Figc, commentando il gesto di Bakayoko e Kessie, aveva parlato di “atteggiamento irriguardoso e indegno che va punito“.  Giovanni Malagò successivamente all’Ansa aveva sottolineato come rientri nell’ambito della Giustizia Sportiva l’episodio di San Siro di sabato sera. Dopo una serie di dichiarazioni da parte di dirigenti federali, politici e persone estranee alla vicenda, la società rossonera attraverso un portavoce ha dichiarato all’Ansa:

«Trapela un ​senso di sorpresa e stupore per la sequenzialità delle dichiarazioni. Nel rispetto delle istituzioni, e nella piena consapevolezza della leggerezza compiuta dai due giocatori nell’esporre ai tifosi la maglia di Acerbi crediamo che si stia ingigantendo nei toni una deprecabile provocazione, una ‘scivolata’ stigmatizzabile ma non di tale entità da giustificare tanta enfasi».

Per la clamorosa lettera dei tifosi laziali a Salvini per la restituzione della maglia di Acerbi clicca qui.