Connettiti con noi

Milanello

Gattuso e l’idea per sopperire all’assenza di Kessié

Pubblicato

su

Contro la Sampdoria, per la prima volta in campionato, il Milan dovrà fare a meno di Kessié: l’idea principale di Gattuso è rappresentata da Montolivo

Riccardo Montolivo si è ritrovato da protagonista con la fascia al braccio a destinatario delle carezze psicologiche di Gattuso. Quelle che Rino sta usando frequentemente all’indirizzo di coloro che vedono poco il campo e hanno quindi bisogno di sentirsi coinvolti. Montolivo, nelle ultime sette partite, ha visto il campo solo nello spezzone finale contro la SPAL, nel corso del quale ha anche fornito l’assist a Borini per il 4-0 finale. Da inizio stagione, anche a causa di un infortunio fisico, Riccardo è il 17° per minuti giocati, un dato che stona un po’ con le prestazioni comunque sufficienti dell’ex Fiorentina. L’arrivo di Biglia potrebbe essere la causa principale ma sicuramente non è stata l’unica. Stasera torna in campo dal primo minuto (ultima volta il 30 dicembre), dopo aver vinto il ballottaggio a tre con Locatelli e Calhanoglu (titolare ma da esterno, ruolo in cui il turco rende maggiormente a tal punto da essere diventato imprescindibile).

Gattuso sembrava inizialmente puntare su Locatelli ma, come riportato da La Gazzetta dello Sport, le prove di ieri hanno consegnato la maglia da titolare a Montolivo che rappresenterà l’unica differenza sostanziale rispetto alle formazioni delle giornate precedenti. Riccardo, dunque, giocherà al fianco di quel Biglia con il quale, soprattutto via social, è in competizione: una sorta di vecchio contro nuovo che avanza, con posizioni tanto nette quanto distanti tra loro anche all’interno del tifo rossonero. Proprio con i tifosi pare che Montolivo non sia più un problema: i fischi sono lontani, talvolta vengono intonati anche dei cori in segno di apprezzamento. Forse la fascia da capitano pesava troppo, o forse il rendimento di questa stagione dimostra grande professionalità e dedizione alla causa, due qualità che colpiscono nel cuore dei tifosi.