Futuro Donnarumma: Raiola spinge per la cessione in caso di mancata Champions, Reina sostituto?

Donnarumma
© foto www.imagephotoagency.it

Raiola mette nuovamente i bastoni tra le ruote e lancia un ultimatum al Milan: se non sarà Champions Donnarumma lascerà, intanto Mirabelli blocca Reina

Il futuro di Gigio Donnarumma al Milan continua a destare diversi dubbi: il portiere rossonero ha ritrovato piena confidenza con l’ambiente milanista e le recenti prestazioni della squadra l’avrebbero galvanizzato a tal punto da far scricchiolare il proprio rapporto con l’attuale procuratore Mino Raiola che però, va detto, per il proprio assistito ha altri piani. La permanenza di Gigio Donnarumma al Milan infatti potrebbe non risultare così tanto scontata se il Milan non dovesse centrare l’accesso alla prossima Champions League, il giocatore – fa notare Raiola – ha tante richieste provenienti da Top Club europei ed una permanenza al Milan potrebbe tarpargli le ali. Leggi anche: Le offerte per Donnarumma

Il bracco di ferro tenutosi la scorsa estate in sede di rinnovo ha deteriorato significativamente i rapporti tra Raiola e il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli, che in più di un’occasione non se le sono mandate a dire, ma l’avvento di Gattuso sembra aver ridato nuova linfa al rapporto tra Donnarumma e il Milan. Ora la decisione più importante spetta al ragazzo: dar fiducia a lungo termine al progetto rossonero o cercare gloria e fama immediata accettando la corte di Psg e Real? Il Milan, che ovviamente per oneri progettuali non può restare con le mani in mano, avrebbe già bloccato Reina per la prossima stagione. Ufficialmente l’attuale portiere del Napoli vestirebbe la maglia rossonera come secondo portiere ma, vista la traballante situazione relativa a Donnarumma, l’opportunità di vederlo titolare a difesa dei pali della porta milanista non è così remota… intanto per Gigio arriva il consiglio del Barone.

Articolo precedente
ArsenalArsenal-Milan, aperta la vendita dei biglietti per la gara di ritorno
Prossimo articolo
Gattuso AncelottiGattuso sulla scia di Ancelotti: mancano tre risultati utili per eguagliare il maestro