Connettiti con noi

News

Fiorentina Milan: una trasferta che non può essere come le altre

Pubblicato

su

Sabato sera al Franchi di Firenze ci sarà l’anticipo della 13ª giornata di Serie A tra Fiorentina e Milan, una trasferta non come le altre

Sabato sera al Franchi di Firenze ci sarà l’anticipo della 13ª giornata di Serie A tra Fiorentina e Milan. I rossoneri ci arrivano da imbattuti, i viola in piena emergenza difesa ma comunque vogliosi di riscattare la sconfitta contro la Juve. In ogni caso non sarà una trasferta come le altre, soprattutto per Pioli.

LEGAME CON LA CITTÁ – Quello tra Pioli e Firenze a prescindere dalla squadra allenata dall’attuale mister rossonero sarà sempre un legame indissolubile. Nella testa dei fiorentini e in quella del tecnico passeranno tanti flashback. Il pubblico del Franchi ha vissuto il Pioli calciatore e il Pioli allenatore. Tanti alti e bassi ma soprattutto una tragedia che li lega: la morte di Davide Astori. Pioli era molto legato al capitano della Fiorentina, tanto da farsi tatuare sul braccio le sue iniziali e il numero 13. Un segno sulla pelle che aiuta a ricordare quello lasciato in quel gruppo di giocatori e fra i tifosi.

LO SCUDETTO PASSA DA FIRENZE – Quando è tornato a Firenze per la prima volta da allenatore rossonero, Pioli ha ricevuto grandi applausi e letto striscioni affettuosi, portando a casa 1 punto. La seconda volta è arrivato un successo nello stadio deserto, causa pandemia. Sabato ci sarà il terzo incrocio e il Milan mira a mettere un altro mattoncino scudetto lanciando un segnale al campionato. Occhio però che proprio a Firenze l’attuale rivale dei rossoneri, il Napoli, perse uno scudetto in favore della Juve nel 2018 sotto i colpi di Simeone. Il Cholito ora è al Verona ma al suo posto c’è Vlhaovic che sfiderà l’idolo Ibra. Contro il Bologna la sfida di Aranutovic all’idolo svedese è finita in favore del rossonero, il Milan si augura possa finire nello stesso modo, con una vittoria in una trasferta non banale.