Bakayoko, Gattuso studia un cambio tattico per il francese

Bakayoko
© foto www.imagephotoagency.it

Gennaro Gattuso sta valutando anche diverse collocazioni tattiche per Tiemoué Bakayoko. Facciamo un’analisi della situazione

Senza dubbio Tiemoué Bakayoko è uno dei giocatori più in forma in questo momento. Il giocatore, arrivato in punta di piedi dal Chelsea, si sta rivelando indispensabile per il centrocampo rossonero. Dopo un periodo di ambientamento in cui ha ricevuto molte critiche, il ragazzo ha trovato la propria dimensione quando ha iniziato a giocare con continuità al fianco di Frank Kessie. Da mediano può sfruttare al massimo le proprie qualità fisiche nonostante alcune limiti tecnici di base.

In conferenza stampa Gennaro Gattuso, pizzicato sui possibili impieghi di Bakayoko, ha parlato delle diverse opzioni tattiche: «Baka può fare tutto, anche la mezz’ala o il vertice basso. In questo momento però dobbiamo lasciare a loro agio lui e Franck, che è più abituato a fare la mezz’ala e creare spazio a Suso. Ma per come sta e per come si muove, ora Tiemouè può fare tutto, anche se nella mediana a due sta bene». In altri termini, l’allenatore ha già in mente un cambiamento per il centrocampo in vista di gennaio, ma cerchiamo di capire le motivazioni. Con tutta probabilità, Leonardo porterà un regista a Milanello nella prossima sessione di mercato: Fabregas è il primo indiziato, altrimenti si proverà la carta Weigl o un nome meno altisonante. A quel punto diventerà complicato giocare ancora con il centrocampo a tre senza lasciare fuori uno tra Kessie e Baka, motivo per cui si potrebbe ritornare al 4-3-3.

Per il francese questo significa riadattarsi al ruolo di mezzala come ad inizio stagione, posizione in cui non ha certamente reso al massimo. Spetterà a Gattuso trovare la giusta soluzione per far girare la squadra in vista di una lotta Champions che durerà fino all’ultima giornata.

Articolo precedente
InzaghiInzaghi, quanta emozione: le sue parole sul Milan mettono i brividi – VIDEO
Prossimo articolo
BonucciBonucci: «Io provo a far passare messaggi positivi, sorpreso per i commenti sui social»