André Silva segna ma è bravo anche a parole, così si fa!

© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di André Silva dal Portogallo attestano e danno un’ulteriore conferma: l’attaccante è ritrovato e ora punta in alto

La pausa delle Nazionali permette a tutti i giocatori di rilassarsi qualche giorno salvo poi concentrarsi negli impegni amichevoli che ogni squadra deve affrontare. André Silva, direttamente dal Portogallo, ha rilasciato delle dichiarazioni piuttosto importanti e significative in merito al suo approdo al Milan: «Andare in Italia è stato il passo giusto per la mia carriera e per il mio futuro, sto lavorando bene ma la strada è ancora lunga. Il calcio è diverso in ogni Paese, devo ancora abituarmi ma sono sicuro che poi sarò un giocatore più completo».

Una scommessa vinta, sembra dire André, a conferma di coloro che lo ‘aspettavano’ dicendo che aveva bisogno di tempo. Lo 0 nella casella gol in Serie A, seppur con Montella prima e Gattuso poi inizialmente ha giocato qualche spezzone di gara, sembrava una spada di Damocle ma il lusitano non si è abbattuto, ha continuato a lavorare sul campo in allenamento e ha sfruttato, negli ultimi dieci giorni, le due chance offertegli da Gattuso: due spezzoni di gara ed ecco due gol contro Genoa e Chievo Verona, in Serie A, entrambi decisivi e che hanno regalato alla squadra sei punti. L’urlo di André Silva fa piacere anche ai tifosi del Milan più scettici che, piano piano, si stanno ricredendo. Intanto Tuttosport, nell’edizione odierna, parla di una ‘spallata’ del portoghese a Kalinic, sceso nelle gerarchie ed ora a rischio taglio in estate: la Cina resta un’opzione e rappresenta l’unico modo, per il Milan, di evitare minusvalenza.

Articolo precedente
Stampa RassegnaRassegna stampa del 20 marzo 2018
Prossimo articolo
Adriano GallianiSarri al Milan, Galliani: «Come quando corteggi una donna senza conquistarla»