Gattuso spiega l’esclusione di Kalinic. Bravo Rino, così si fa!

Calhanoglu Bonaventura Gattuso
© foto www.imagephotoagency.it

Gennaro Gattuso mette in riga Kalinic e spiega le ragioni dell’esclusione nel post partita di Milan-Chievo Verona. Avanti così Rino…

I rossoneri portano a casa altri tre punti al fotofinish grazie ad una rete di André Silva. Ancora una volta il portoghese è risultato decisivo a partita in corso con un gol da vero bomber. A Gennaro Gattuso vanno assegnati  gran parte dei meriti per aver indovinato ancora una volta il cambio nel finale rischiando l’ex Porto per un opaco Fabio Borini.

Intervistato da Mediaset Premium, Ringhio ha commentato la vittoria sofferta: «Sapevamo che dovevamo fare fatica oggi, abbiamo speso tanto nell’ultimo periodo. Serviva una partita di sofferenza. Abbiamo sbagliato tantissimo, siamo stati troppo lenti. Ci è andata bene, ma siamo contenti. Ora dobbiamo recuperare un po’ di energie».

Sulla prestazione: «Il palleggio era troppo blando, abbiamo giocato troppo lunghi e il centrocampo è andata in difficoltà. Non dobbiamo giocare così. Abbiamo avuto il pallino del gioco, ma eravamo troppo lenti».

Ringhio ha anche chiarito il caso Kalinic sottolineando come il croato debba rimettersi in riga per tornare in campo: «Domani è un altro giorno. Non porto rancore. Quando ci alleniamo voglio vedere sempre grande voglia, l’ho detto fin dal primo giorno. Se non si fa così, con me non si può andare d’accordo. Chi non si allena bene resta a casa. Ma ripeto che domani è un altro giorno e per me è tutto a posto. Ho bisogno di tutti in questo momento».

Sulla Champions: «In ogni partita ci giochiamo tanto. Tutte le partite sono fondamentali per noi. Io devo recuperare tutti e andare avanti a lavorare così».

Su André Silva: «Ora va in Nazionale, come tanti altri. Speriamo possa segnare anche con il Portogallo. Deve continuare a lavorare e a crescere. E’ un grande professionista, forse troppo perché a volte lavora troppo. Ha grande talento e ampi margini di miglioramento».