Tonali, dalla B alla Nazionale: ora l’aspetta il Milan

Tonali
© foto www.imagephotoagency.it

Per Sandro Tonali, primo millennial nella storia della Nazionale italiana, si parla già di futuro radioso: lui intanto aspetta il Milan

Grande emozione per Sandro Tonali che questa sera potrebbe fare il proprio esordio con la Nazionale maggiore dopo aver giocato tutta la stagione in Serie B con la maglia del Brescia. L’erede naturale di Andrea Pirlo è infatti già il primo 2000 ad essere convocato nella Nazionale A e già questa sera potrebbe essere l’unico millennial ad aver giocato almeno un minuto con l’Italia. Salito alla ribalta per la sua somiglianza fisica e calcistica con “il Maestro” da poco ritiratosi Pirlo, Tonali è diventato in queste settimane pezzo pregiato del calciomercato con diversi club italiani pronti a darsi battaglia per assicurarsi il suo talento: Milan, Inter e Juventus su tutte.

Tonali è l’ultimo di una lunga lista di calciatori che dalla Serie B ha fatto il proprio esordio con la Nazionale italiana: il primo fu Giorgio Chinaglia nel 1972, seguito poi dai milanisti Franco Baresi e Fulvio Collovati nel 1981. Non tutti i cadetti che hanno vestito l’azzurro sono però poi esplosi ad alti livelli come ad esempio fu per Daniele Carnasciali, Massimo Maccarone e Angelo Ogbonna. Più recentemente fu il turno di Buffon, Chiellini, Camoranesi e Del Piero che dalla B meritarono ugualmente la chiamata dell’Italia. Oggi il 18enne di Lodi sarà la grande occasione per confermarsi già tra i migliori giocatori della sua generazione e sicuramente la sua prestazione sarà attenzionata da vicino dagli osservatori rossoneri soprattutto dopo le recenti dichiarazioni di Tonali riguardo il suo spasmodico tifo per il Milane la stima nei confronti di Gattuso.