Suso e Calabria: il procuratore a Casa Milan con Serginho

Suso
© foto www.imagephotoagency.it

Suso e Calabria al centro del discorso del proprio procuratore. Alessandro Lucci oggi a Casa Milan per incontrare la dirigenza rossonera

Come riportato da Sky Sport, Alessandro Lucci si è recato a Casa Milan per discutere del futuro dei propri assistiti: Calabria e Suso. Accanto al procuratore si è presentato anche l’ex Serginho, che da tempo lavora con lui. Per il terzino destro italiano, che prima dell’infortunio alla caviglia si è messo in luce in quest’ultima stagione giocando quasi sempre titolare, è stato solo un incontro burocratico per scambiarsi le ultime carte per il rinnovo: contratto quinquennale da 2 milioni di euro netti a stagione. Discorso diverso invece per l’esterno spagnolo, per il quale è necessaria ancora la valutazione tecnica e tattica del nuovo allenatore Marco Giampaolo. L’ex tecnico della Sampdoria sarebbe intenzionato a spostare Suso dal ruolo di esterno del 4-3-3 alla mezzala o seconda punta nel suo 4-3-1-2. 

Giampaolo avrà tempo da domani 9 luglio, giornata di inizio del ritiro estivo a Milanello, fino al giorno della partenza per la tournée negli States per valutare l’adattamento di Suso. In caso di responso negativo, le offerte per l’esterno spagnolo non mancano, soprattutto dall’estero, e la clausola di 38 milioni di euro renderà più semplice la cessione del giocatore. Ad ogni modo la presenza di Serginho è fondamentale per un discorso di mercato in entrata riprendendo l’asse Milan-Brasile, riacceso con l’arrivo di Paqueta a Gennaio ma che adesso può ritornare infuocato come un tempo.