Supercoppa, Donadoni: «Le polemiche su Gedda? Se non ci vai non puoi capire»

Donadoni
© foto www.imagephotoagency.it

Donadoni in vista della finale di Supercoppa Italiana tra Milan e Juventus ha raccontato la sua esperienza in Arabia Saudita dopo le polemiche

La scelta della Lega Serie A di giocare la finale di Supercoppa Italiana tra Juventus e Milan a Gedda, in Arabia Saudita, ha scatenato una serie ininterrotta di polemiche piovute da più parti. Lo scandalo è esploso con la scoperta che le donne potranno sedersi allo stadio solamente in determinati settori. Il presidente Gaetano Micciché ha difeso la scelta dei vertici calcistici nazionali ma le critiche non sono cessate. Roberto Donadoni, che ha giocato in Arabia Saudita all’Al-Ittihad nel 2000, ha parlato della sua esperienza in questo Paese a Repubblica: «Nei giorni scorsi ho seguito poco il dibattito. Posso dire con cognizione di causa che si tratta di luoghi dei quali, se non ci vai, non puoi renderti conto».

«E non bastano certo tre o quattro giorni. Io ci ho vissuto per sei mesi, da novembre ad aprile. – ha continuato l’ex allenatore del Bologna – La ritengo un’esperienza importante della mia vita, non solo della carriera. Mia moglie andava e veniva dall’Italia. Quand’era a Gedda, doveva vestirsi con l’abaya e mettere il velo, sempre. La polizia morale, i mutawa, vigilava col frustino per chi sgarrava».

Articolo precedente
HiguainIl Milan vuole tenersi Higuain: summit con la Juve per la Supercoppa
Prossimo articolo
Martial può sostituire Higuain, ma il Milan punta sull’argentino