Post Milan-Arsenal, l’autocritica di Romagnoli e quella voglia di riscatto

Romagnoli
© foto @premium sport

Il Milan torna con i piedi per terra, il 2-0 subito in casa contro l’Arsenal non ha spento l’entusiasmo ma ha chiarito i limiti della squadra. Romagnoli, però, non ci sta

Lo 0-2 interno subito dal Milan rischia seriamente di costare caro ai rossoneri perché l’Arsenal sembra aver messo più di un piede verso la qualificazione ai quarti di finale di Europa League. Alessio Romagnoli, però, non sembra intenzionato ad arrendersi e, come dichiarato a La Gazzetta dello Sport, conferma come il Milan andrà a Londra con due gol sulle spalle, ma anche con la sensazione di poter fare di più. «Abbiamo sbagliato in alcuni episodi di gioco che ci hanno condannato. Abbiamo iniziato bene, poi ci siamo spenti, abbiamo preso due gol stupidi e così abbiamo buttato via l’andata». La rabbia per la sconfitta non si può cancellare, forse neppure il risultato molto brutto sul piano del punteggio, ma il difensore del Milan ai microfoni de La Gazzetta dello Sport non si arrende. «In campo abbiamo dato tutto, abbiamo sbagliato noi sui gol. Ripartiamo e pensiamo alle prossime partite. Il campionato prima, poi la gara di ritorno. Non abbiamo niente da perdere, a Londra ci proveremo».

Parole chiare e forti per Romagnoli che, pagelle alla mano, risulta essere uno dei migliori nella debacle rossonera. Gattuso non impone stop e la sconfitta può anche essere salutare: l’importante ora è reagire perché il Genoa non è un avversario morbido da affrontare con soli due giorni per preparare la partita.

Articolo precedente
Serie A, ufficializzate le date dei recuperi: il derby dipenderà dall’Europa
Prossimo articolo
GattusoVerso Genoa-Milan, ora Gattuso cambia: ecco le novità