Rassegna stampa del 26 febbraio 2018

Stampa Rassegna
© foto @Twitter

La rassegna stampa dei quotidiani sportivi nazionali del 26 febbraio 2018 di MilanNews24: ecco le prime pagine di Corriere dello Sport, Tuttosport e Gazzetta dello Sport

Sulla prima pagina di Tuttosport si esalta la vittoria del Milan sulla Roma«Cutrone e Calabria stendono la Roma e lanciano il Milan. Ringhio punta l’Inter e la Champions». Chiaro il riferimento al successo straordinario dei rossoneri all’Olimpico grazie alle reti di Cutrone e Calabria. Un successo d’altri tempi quello del Milan sulla Roma, da anni non si vedeva la squadra rossonera condurre il gioco con una spinta atletica da togliere il fiato a chiunque. La Roma dopo il primo goal è sembrata alle corde mentre i ragazzi di Gattuso continuavano a spingere per chiudere la gara, come poi è successo. Vedere la Roma soffrire in quel modo all’Olimpico è una cosa rara che succede solitamente 2 volte all’anno: contro Juventus e Napoli.

tuttosport 26 feb 2018

La prima pagina del Corriere dello Sport celebra il successo dei rossoneri contro la Roma: «Milan meraviglia. Rossoneri da sogno, Roma battuta (0-2), Gattuso: “Pronti per la Coppa Italia, poi voglio il derby». Di spalla c’è anche il commento del direttore Vigorelli: «Il disastro della Roma. Il capolavoro di Gattuso». Di certo una vittoria che divide, si può riassumere in due modi di pensare: disastro Roma oppure successo Milan. I giallorossi arrivavano da un’altra sconfitta, quella di Champions League e per Di Francesco sono venuti a galla tanti problemi, il primo su tutti è il goal, le fiammate di Under non bastano, Schick non è quel giocatore che ci si aspettava e Dzeko non avrebbe potuto fare miracoli in pochi minuti.

La Gazzetta dello Sport celebra il successo rossonero in prima pagina: «Vero Milan». Ora si che si parla di Champions ad una settimana dal Derby che potrebbe davvero riaprire tutto in maniera clamorosa anche se i giochi sono da tempo riaperti. Prima però c’è da battere la Lazio mercoledì all’Olimpico e andare in finale di Coppa Italia, un altro obbiettivo “inventato” in corsa, mesi fa nessuno ci avrebbe creduto.

Articolo precedente
Chiamatelo Ragno di sabbia: si nasconde e colpisce in maniera letale
Prossimo articolo
KessieKessié non si trattiene: «Con Montella a Milanello si lavorava poco, Gattuso allenatore vero»