Piatek, record mancato e astinenza da gol: per la Champions serve il suo aiuto

Piatek
© foto www.imagephotoagency.it

Piatek ha mancato l’ennesimo record stagionale e oggi sembra un po’ appannato. Le sue prestazioni potrebbero decidere il futuro del Milan

Krzysztof Piatek non sta vivendo il suo migliore momento di forma, tanto che la sua ultima rete risale al match con la Juventus all’Allianz Stadiun dello scorso aprile. Per un attaccante normale non si tratterebbe di una striscia negativa particolarmente preoccupante ma alla luce dei numeri stagionali del polacco alcune commentatori, tra cui Beppe Bergomi e Lele Adani, hanno iniziato ad avere dubbi sul fatto che l’ex Genoa possa essere il centravanti del futuro e dai 20 gol all’anno per i rossoneri. Al momento l’unica certezza è che Piatek ha fallito nel raggiungere l’ennesimo record. Non avendo segnato con la Fiorentina, il numero 19 non è riuscito nell’impresa di colpire 15 squadre differenti al suo primo anno in Serie A. Solo Charles nel 1957-58 e Ronaldo il Fenomeno nel 1997-98 ci sono riusciti ad oggi.

L’astinenza dal gol di Piatek ha fatto abbassare il suo prezzo del cartellino rispetto a quando segnava a raffica anche se non di molto. Il Milan lo ha acquistato per circa 35 milioni di euro e oggi il polacco vale non meno di 45-50 milioni. Si vocifera che se il Milan non raggiungere la qualificazione in Champions League il club potrebbe essere costretto a sacrificarlo sul mercato in quanto le offerte non mancano. I tifosi rossoneri comunque possono stare tranquilli. Piatek resterà rossonero almeno fino alla scadenza del suo contratto nel 2023.