Paquetà, presentato oggi a Casa Milan: Gattuso verso il cambio di modulo

Gattuso
© foto www.imagephotoagency.it

Paquetà sarà presentato oggi a Casa Milan, poi Gattuso dovrà costruirgli intorno un modulo utile ad esaltarne le caratteristiche

Paquetà atteso ormai come un regalo di Natale o meglio post Natale, nella giornata di oggi sarà presentato alla stampa, Ieri ha svolto invece il primo allenamento da giocatore del Milan. Ora due gare importanti per vederlo all’opera, Sabato dalle ore 18 si gioca la Coppa Italia contro la Sampdoria, poi il grande evento di Gedda, la Supercoppa italiana contro la Juventus. Il nuovo numero 39 rossonero potrebbe esordire in una di queste due sfide, molto probabilmente quella con la Juve, verso la quale avrà qualche giorno in più per prepararsi. E a proposito di Paquetà, Alberto Cerruti ha parlato non solo della frenesia di questi giorni ma anche di futuro, ovvero della possibilità che Gattuso possa cambiare modulo, sfruttando così le potenzialità del giocatore in qualità di trequartista: «In attesa di sapere quando debutterà Paquetà con il suo nuovo numero 39, si può già ipotizzare in quale posizione giocherà, perché le sue qualità di trequartista lo potrebbero collocare alle spalle delle due punte Higuain e Cutrone, in un 4-3-1-2 che fece le fortune dell’ultimo Milan di Ancelotti, per la gioia dell’ex presidente Berlusconi. E allora Gattuso potrebbe schierare tre centrocampisti, Suso, Kessie e Bakayoko, con Paquetà libero di muoversi davanti a loro. Perché il Milan ha fretta di tornare al quarto posto e se davvero Paquetà è un campione, come lascia intendere la cifra del suo acquisto, perché trattarlo come un giocatore qualsiasi?».

IL RITORNO DI BIGLIA- Tutto fattibile fino a che non rientrerà Biglia, tra l’altro rientro previsto a breve, come ipotizzato nei giorni scorsi. La formazione descritta da Cerruti a centrocampo implica Suso a destra, Kessie in mezzo e Bakayoko a sinistra, il rientro di Biglia costerebbe sicuramente il posto a Bakayoko, il quale lascerebbe la corsia sinistra a Kessie per dar spazio all’argentino. A questo punto sarebbe ipotizzabile un altro modulo, ovvero il 4-2-3-1 con Kessie e Bakayoko davanti alla difesa, Suso destra, Biglia in mezzo e Paquetà a sinistra ( ipotesi per assurdo) ed Higuain punta centrale in modo da non utilizzare sempre le due punte ma da consentirne il riposo alternato.