Paquetá ha avuto una crescita fisica anomala: il Milan lavora per evitare un Pato bis

© foto www.imagephotoagency.it

Paquetá ha sofferto di un problema nello sviluppo ma dopo le cure è cresciuto moltissimo in poco tempo. I rossoneri dovranno stare attenti dal punto di vista fisico

Il Milan accoglierà Lucas Paquetá a gennaio. Il direttore dell’area tecnica Leonardo ha infatti confermato a margine dell’evento Liedholm 2018 che le trattative con il Flamengo sono già praticamente concluse. Il brasiliano arriverà in rossonero per 35 milioni di euro e nonostante le regole Uefa sul Financial Fair Play l’operazione andrà in porto. Il trequartista classe ’97 è diventato giovanissimo un punto di riferimento per il club brasiliano ma i “Rubro-negro” hanno dovuto affrontare alcuni problemi legati alla crescita fisica del giocatore. Come riporta la Gazzetta dello Sport, Paquetá è arrivato nella Primavera del Flamengo all’età di 8 anni per debuttare poi con la prima squadra nel 2016 appena 19enne. Nel 2012 il club lo ha però sottoposto ad un trattamento specifico per risolvere i problemi di natura ossea che ne avevano arrestato la crescita. Si tratta di un problema clinico, almeno nei sintomi, molto simile a quello di cui soffriva Lionel Messi, la cui forma di ipopituitarismo venne curata dal Barcellona al momento del trasferimento dal Newell’s Old Boys. A seguito di questi trattamenti Paquetá all’età di 15 anni è cresciuto in 3 anni di ben 27 centimetri.

Il timore è che il brasiliano possa seguire le orme del suo connazionale Alexander Pato. L’attaccante che oggi milita nel Tianjin Quanjian è arrivato al Milan ancora minorenne e si è molto irrobustito nel breve periodo, forse troppo, grazie alle prestazioni di Milan Lab. Nel corso della sua carriera in rossonero Pato ha infatti subito ben 9 infortuni e per la maggior parte si trattava di problemi muscolari. Il club di via Aldo Rossi dovrà quindi impegnarsi per migliorare Paquetá dal punto di vista della prestanza fisica ma evitando di ripetere gli errori del passato.

Articolo precedente
Ecco come il Milan acquisterà Paquetá rispettando il Fair Play Finanziario
Prossimo articolo
Milan, serietà, trasparenza e programmazione: questa volta per davvero