Paquetá al Milan, per Gattuso la scelta è scontata: 4-2-3-1

Gattuso
© foto www.imagephotoagency.it

Paquetá arriverà presto al Milan ma che ruolo avrà nel modulo di Gattuso? Il brasiliano potrebbe essere il trequartista in un 4-3-2-1

Ora che Lucas Paquetá sta per diventare ufficialmente un nuovo giocatore del Milan è arrivato il momento di conoscere meglio il talentino brasiliano. L’ormai ex centrocampista del Flamengo nasce trequartista ma all’occorrenza può anche giocare come mezzala sinistra. L’anno scorso il giocatore classe ’97 ha chiuso con uno score di 9 gol e 4 assist in 31 presenze tra campionato e Coppa Libertadores, a dimostrazione della sua predisposizione a cercare la porta. Le sue qualità tecniche sono riconosciute da tutti, tanto che lo stesso Neymar è convinto che possa diventare un “crack” in Europa, ma viene da chiedersi come un giocatore con le sue caratteristiche possa inserirsi nell’idea di gioco dell’allenatore rossonero Gennaro Gattuso.

Il Milan attualmente gioca con il 4-3-3 con SusoCalhanoglu a supporto della punta centrale Higuain. Il turco, che in carriera ha soprattutto giocato come trequartista, si è dovuto sacrificare nel ruolo di esterno offensivo di sinistra. Teoricamente per Paquetá non ci sarebbe posto in questo modulo ma Gattuso non ha mai nascosto di voler provare altre strade, compreso il 4-2-3-1. Il brasiliano potrebbe quindi giocare alla spalle del centravanti con ai lati Suso e Calhanoglu o Bonaventura. L’altra ipotesi è che il brasiliano possa sostituire l’ex Atalanta nei tre di centrocampo come mezzala sinistra. Si tratta comunque di una possibilità piuttosto remota in quanto Paquetá è un giocatore di grande qualità ma di poca sostanza. Il Milan in questo caso si troverebbe quindi troppo sbilanciato in avanti. Gattuso potrebbe anche scegliere di inserire il classe ’97 in un 4-3-1-2 ma questo significherebbe dover rinunciare ad uno tra Suso, Calhanoglu e Bonaventura.Per Gattuso potrebbe essere non semplice trovare una collocazione per un il nuovo acquisto ma gli scorsi campionati hanno confermato che gli innesti in grado di svolgere più ruoli possono essere spesso decisivi.

Articolo precedente
Paquetá al Milan: le reazioni sui social e le parole di Neymar
Prossimo articolo
KakàPaquetà e i suoi fratelli: tutti i talenti verdeoro scoperti da Leo