Milan, rifinanziamento? Entro i primi di Gennaio

yonghong milan
© foto www.imagephotoagency.it

Dovrebbe arrivare con il nuovo anno il rifinanziamento del debito con Elliot, intanto si valutano le ipotesi sul mancato accesso Champions

All’indomani dell’assemblea dei soci tenutasi a Casa Milan, secondo quanto riferito dal Corriere della Sera di questa mattina, il rifinanziamento del debito con Elliott, una cifra cospicua che ammonta a 303 milioni di euro, dovrebbe avvenire entro i primi di gennaio.

AUMENTO DI CAPITALE- Intanto la società rossonera ha ottenuto il versamento della seconda tranche da parte del presidente Li Yonghong, una cifra pari ai 22 milioni di euro. Questa quota si unisce ai 27 milioni di euro già versati per un totale di 49 milioni di euro rispetto i 60 stabiliti nel c.d.a. dello scorso aprile, la prima riunione successiva passaggio di proprietà.

QUALIFICAZIONE CHAMPIONS- Tuttavia l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport spiega cosa succederà all’interno del club in caso di mancata qualificazione alla prossima Champions League. Quasi certa la vendita di un top player ma il management parlando con i piccoli azionisti a margine dell’assemblea dei soci ha escluso l’automatismo dell’operazione citata. In caso di mancata qualificazione saranno fatte sicuramente valutazioni tecniche, non finanziarie, e comunque questo non comporterà un blocco del mercato in entrata.

Articolo precedente
MontellaMilan, oggi rientrano gli azzurri: con quale spirito?
Prossimo articolo
Milan, contratti con 6 nuovi sponsor ed obbiettivo nuovo stadio