Milan, ore caldissime: Leonardo e Maldini a confronto sull’immediato futuro

Maldini Leonardo
© foto Screen da youtube

Ore caldissime in casa Milan, Gattuso ha forse un’ultima speranza ovvero la gara con la Sampdoria in programma domenica sera

Brutta e pesante la sconfitta subita contro il Betis, di quelle da chi non ha più niente da dare a livello psicologico, dunque la situazione per Gattuso si fa molto pesante, secondo quanto riferito da Gazzetta dello sport, subito dopo la gara ci sarebbe stato un lungo confronto a San Siro tra Leonardo e Maldini. I due hanno analizzato non solo la debcle di ieri ma tutte le difficoltà emerse negli ultimi tempi, a partire proprio dagli errori evidenti del tecnico che in conferenza stampa ha ammesso tutti i suoi sbagli, confermando ad ogni modo di aver visto delle cose buone contro l’Inter (forse è questo l’errore più grande). Il Milan può aspettare Gattuso? Il tecnico ha detto apertamente  che deve trovare una soluzione, ma il tempo non gioca più a suo favore. Non sono solo le due sconfitte consecutive contro Inter e Betis appunto ma una serie di incertezze che l’allenatore ha seminato dall’inizio del campionato fino ad oggi. L’ex centrocampista rossonero sta facendo il suo percorso di crescita da tecnico e quindi sbagliare gli è ancora concesso (in parte) ma ovviamente  farlo sulla panchina del Milan amplifica tutto, soprattutto dopo quanto successo nella passata stagione. Soprattutto perché c’è un obiettivo ben preciso, ossia la qualificazione alla prossima Champions League anche se ora parlarne sarebbe davvero fuori luogo e decisamente  fuorviante.

SAMPDORIA E GENOA- Fiducia a tempo dunque, domenica c’è la Sampdoria, una squadra carica e tranquilla che verrà a San Siro per i tre punti. Giampaolo è stato chiaro e soprattutto ha mostrato una serenità da fare invidia a Gattuso, il quale inizia a mostrare uno sguardo davvero preoccupato, forse conoscendolo, più per il Milan che per un suo eventuale esonero.

Articolo precedente
Disastro Milan, la Samp ora ci crede: Giampaolo inizia a sognare in grande
Prossimo articolo
Biglia, fondamentale contro la Sampdoria: le condizioni dell’argentino