Milan-Napoli, Piatek? Si ma non subito: Cutrone favorito

Cutrone
© foto www.imagephotoagency.it

Milan-Napoli, storicamente una classica del calcio italiano, gli spunti per la gara di questa sera sono molteplici così come i dubbi

Milan-Napoli, seconda giornata del girone di ritorno, i punti iniziano a pesare, il Milan questa sera dovrà difendere il quarto posto insidiato da Roma e Lazio ma attenzione: i giallorossi andranno a Bergamo domani contro un’Atalanta enorme in questo periodo mentre Simone Inzaghi se la vedrà con la Juventus all’Olimpico, domenica sera. Anche per il Napoli potrebbe essere un’occasione per prendere qualche punto ai bianconeri, per questo la gara di stasera avrà una valenza enorme a livello soprattutto psicologico. Per quanto riguarda il Milan ci sono ottime possibilità di allungare sui giallorossi quinti in classifica, la situazione al momento è la medesima: Milan 34; Roma 33; Lazio 32.

Gattuso non cambia modulo, si riparte dal 4-3-3 già visto nelle precedenti uscite di Gennaio. In porta Donnarumma come di consueto, difesa a quattro con Romagnoli inamovibile, a fianco a lui Musacchio, titolare al posto di Zapata, infortunato in quel di Genova e fuori per più di un mese. Sugli esterni Calabria favorito a destra rispetto a Conti, ancora una volta a disposizione e pronto ad entrare a partita in corso. Nessun dubbio sulla sinistra dove Rodriguez non ha quasi mai problemi di ballottaggio. Linea mediana a 3 con Kessié rientrante, Bakayoko e Paquetà. Suso e Calhanoglu esterni alti mentre Cutrone partirà titolare senza ombra di dubbio, con Piatek pronto a subentrare.

Ancelotti ritrova Koulibaly ed Insigne dopo la squalifica ma dovrà fare a meno di Allan, lasciato fuori dai convocati per scelta tecnica a seguito dei rumors di mercato e qualche allenamento saltato. Hamsik c’è ma andrà in panchina, in avanti Milik favorito su Mertens, conferma in mediana per Fabian Ruiz con Zielinski a sinistra. Maksimovic, Hysaj e Malcuit si giocano una maglia a destra.

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodríguez; Kessié, Bakayoko, Paquetá; Suso, Cutrone, Çalhanoglu.

NAPOLI (4-4-2): Meret; Maksimovic, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Diawara, Fabian Ruiz, Zielinski; Milik, Insigne.

COMPAGNONI SU CUTRONE- «Condivido la scelta di puntare su Cutrone, sarebbe stato ingiusto metterlo in panchina con Piatek appena arrivato. Ci sono delle scelte che lasciano intravedere una confortante saggezza da parte di Gattuso. Il problema di Cutrone non è quello di giocare dal primo minuto, ha capacità atletiche, il problema di Cutrone è che deve migliorare nel gioco della squadra. Ecco perché spesso non viene impiegato per i 90 minuti. Anche Piatek non è uno che lavora moltissimo per la squadra».