Milan-Inter il 3 o 4 marzo? Sala si disinteressa

© foto www.imagephotoagency.it

Il sindaco di Milano Sala ha risposto pubblicamente in merito alla proposta di anticipare il derby Milan-Inter, in programma domenica 4 marzo, il sabato 3

Il derby è il derby e nessun tifoso al mondo vuole perderselo. Quest’anno, la stracittadina di ritorno, Milan-Inter, si giocherà, ovviamente a San Siro, domenica 4 marzo alle 20.45. E’ proprio la data a far discutere perché quella domenica sarà quella fissata per le elezioni. Un motivo/scusa in più per coloro i quali pensano già di astenersi, dedicando la giornata (e la serata) al match che chiarirà sicuramente se le velleità d’Europa del Milan di Gattuso hanno fondamento o meno. Per evitare un’influenza negativa in merito alla partecipazione della cittadina milanese alle urne, si è paventata l’ipotesi di uno spostamento della partita al sabato sera, il che, a rigor di logica, eliminerebbe al 100% la ‘scusa derby’ dall’astensionismo alle votazioni del giorno successivo. Il primo Cittadino di Milano, però, non sembra essere di questo avviso e la sua recente uscita pubblica lascia poco spazio a dubbi.

LA RISPOSTA DI SALA – E’ stata piuttosto secca, infatti, la risposta di Beppe Sala, che ha bocciato senz’appello la proposta: «Non sono d’accordo. Bisognerebbe anticipare tutto il campionato, allora: non attacchiamoci a queste cose. Se la gente va a votare è perché ha la volontà di andarci, non è per il derby. Non è una battaglia che voglio combattere». Parole chiare e difficilmente controvertibili. La Lega prenderà l’ultima parola ma, ad oggi, il derby si giocherà il 4 marzo.

Articolo precedente
Puma MilanTra fatturato e Champions League: quanto vale l’accordo Milan-Puma
Prossimo articolo
André Silva-Cutrone, l’enigma di Gattuso ha già la soluzione