Milan, Donadoni osserverà le gare contro Betis e Sampdoria: settimana decisiva

Donadoni
© foto www.imagephotoagency.it

Roberto Donadoni dovrebbero essere il primo della lista rossonera nel caso in cui Gattuso dovesse essere esonerato

E ci risiamo, un anno dopo siamo ancora qui a parlare di esonero e di nuovo tecnico in arrivo, proprio come accadde nel Novembre 2017, quando Montella fu esonerato per far posto a Gattuso, autore poi di una buona stagione ma con un finale in picchiata. Come era evidente che fosse, il Derby ha spaccato qualcosa nei rapporti tra il tecnico e la società, oltre che sollevare un coro unanime da parte di critica e pubblico nei confronti di un atteggiamento da provinciale, più che da squadra che lotta per la Champions. Tutto questo il “nuovo” Milan non lo accetta più, i tre pareggi contro Cagliari, Atalanta ed Empoli avevano già messo in discussione la posizione di Gattuso, il quale da solo si sta trascinando in un baratro che molto probabilmente porterà all’esonero. Eppure il tecnico rossonero ha sempre avuto i mezzi per evitare che questo accadesse: una buona squadra, grande stima da parte dei giocatori nonchè della società e alcune risorse derivanti da un buon mercato che fino ad ora è stato utilizzato male. Castillejo e Laxalt meriterebbero decisamente di più, Caldara ha giocato praticamente mai (complice l’ultimo infortunio) e Bakayoko rimane ancora un’incognita che forse troverebbe spiegazione in un modulo differente. 4-4-2? Si può fare e bisognerebbe avere il coraggio di applicarlo per concedere spazio anche a Cutrone dal primo minuto, un altro valore aggiunto che con Higuain può crescere e fare tanti goal preziosi.

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, si scalda intanto Roberto Donadoni, Il nome è concreto, se Gattuso dovesse essere esonerato, attenzione all’ex allenatore di Bologna, Parma e nazionale che è sicuramente sulla lista rossonera. Dunque il copia incolla con la passata stagione è bello che pronto, con la differenza che l’anno scorso mancavano i presupposti per confermare Montella, quest’anno invece Gattuso avrebbe tutto per fare grande se stesso ed una squadra che lo ha sempre sostenuto. Ora il Betis e poi la Sampdoria, settimana decisiva sperando che il Milan decida di andare avanti invece di tornare indietro e ricominciare da capo in una frenetica quanto frustrante ricerca del tecnico ideale.

Articolo precedente
milan interMilan, presto ci sarà un nuovo derby contro l’Inter
Prossimo articolo
Antonio ConteMilan, prendere Donadoni per per pensare ancora a Conte?