Milan, c’è l’opzione Borsa asiatica: Fassone prevede un futuro in crescita

© foto www.imagephotoagency.it

Il futuro del Milan è tutto in divenire, entro quattro anni bilancio positivo, queste le premesse di Fassone in assemblea dei soci

Obbiettivo 2020, Marco Fassone fissa i termini entro i quali il Milan si troverà di fronte ad una svolta finanziaria, ovviamente positiva come spiegato dallo stesso, al termine dell’assemblea dei soci.

2020- Dunque come sopra citato entro il 2020 il club punta al pareggio di bilancio senza tralasciare l’opzione di sbarcare su una Borsa asiatica. Fassone ha confermato anche l’ipotesi del rifinanziamento del doppio debito contratto con Elliott con Bgb Weston

NO A GIRAUDO- L’ex ad della Juventus Antonio Giraudo non farà parte del progetto, qualche giorno fa le voci suo un suo possibile coinvolgimento si erano fatte più insistenti  ma per la società londinese che si occuperà di sostenere finanziariamente il Milan, Giraudo lavora esclusivamente nel settore immobiliare.

UTILE ENTRO IL 2021-Fassone ha parlato anche di un miglioramento progressivo dei conti con l’obbiettivo di raggiungere un utile di bilancio entro il 2021, ammettendo però di essere in ritardo sulle partnership in Cina e di aver pronto un contratto meno ricco ma con più bonus con l’azienda che sostituirà Adidas come sponsor tecnico, molto probabilmente la Puma.

Articolo precedente
NestaNesta, Agli azzurri un augurio speciale: forza e coraggio
Prossimo articolo
yonghong milanMilan, La Scala: «Perdita? Vendere giocatori per ottenere plusvalenza»