La rinascita di Donnarumma passa anche da Fiori

Valerio Fiori
© foto www.imagephotoagency.it

Donnarumma è tornato ad essere decisivo nelle ultime settimane anche grazie all’importante lavoro di Fiori, che ha sostituito Magni come preparatore dei portieri

Gigio Donnarumma non è mai stato così fondamentale per il Milan come nelle ultime partite. Il giovane portiere ha salvato i pali rossoneri in diverse occasioni con Napoli e Roma lasciando molti a bocca aperta per la sua agilità tra i pali e la sicurezza che infonde ai compagni. Donnarumma in questo 2019 ha subito solo due gol, uno a Gedda nella Supercoppa Italiana e uno proprio con i giallorossi domenica scorsa. Non solo, il numero 99 rossonero ha battuto l’ennesimo record internazionale.

L’estremo difensore ha fatto un cambiamento radicale rispetto alla scorsa stagione, quando fra prestazioni non all’altezza e la diatriba sul rinnovo aveva perso molto del suo smalto. A fare la differenza è stato anche il lavoro di Valerio Fiori, ex rossonero e dalla scorsa estate preparatore dei portieri del Milan. Quando la società decise di salutare Alfredo Magni, mentore di Donnarumma, in molti hanno storto il naso ma visti i risultati è evidente che la scelta è stata corretta.