Connettiti con noi

HANNO DETTO

Conferenza Pioli: «Domani la vera gara della svolta, vi dico perchè»

Pubblicato

su

Conferenza Pioli: il tecnico rossonero parla da Milanello alla vigilia del match di campionato Juventus Milan in programma domani all’Allianz Stadium

Una gara quasi da dentro fuori quella di domani sera tra Juventus e Milan all’Allianz Stadium. A presentarla, come consuetudine alla vigilia, Stefano Pioli con la conferenza stampa da Milanello.

CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Pioli in conferenza LIVE

SULLA PARTITA DI DOMANI: «Per la partita di domani sera ci deve essere utile tutto il percorso che abbiamo fatto, con tutte le difficoltà e le cose positive: dobbiamo essere una squadra matura e attenta. La partita di domani è la più stimolante e la più importante della stagione, l’abbiamo preparata bene con la nostra strategia ma è una partita talmente importante che l’abbiamo preparata nel miglior modo possibile. Domani chi vince ha grandissime possibilità di andare in Champions ma per chi perde non sarà finito nulla. Restano ancora 9 punti lo scontro diretto con l’Atalanta: vincendolo avremo comunque grandi difficoltà. Pensiamo però partita per partita, il calendario è strano col turno infrasettimanale a fine maggio ma dobbiamo adeguarci. Vincere domani sarebbe eccezionale, serve uno sforzo incredibile. Ci saranno difficoltà ma non dobbiamo arrendere per 95 minuti».

SU IBRA: «L’importanza di Zlatan per noi è evidente ma un giocatore solo non vince le partite, dobbiamo essere maturi nel leggere le situazioni che fanno la differenza. Siamo la squadra che ha tirato di più da fuori area ma quella che ha segnato meno: dobbiamo migliorare in questo dato e anche nella tenuta difensiva».

SU DONNARUMMA: «Donnarumma? In questo momento tutti pensiamo solo al bene del Milan, non ho dubbi sulla professionalità dei miei giocatori. Non abbiamo un gruppo di lavativi ma di gente che vuole sudarsi la maglia. Del futuro non c’è certezza ma noi dobbiamo solo pensare a finire bene il campionato. Ho parlato con Donnarumma e con tutti i suoi compagni della partita di domani e della nostra strategia. Lui e tutti gli altri sono motivati per la gara di domani sera».

SULLA CONDIZIONE FISICA E SUL PARTNER DI IBRA: «Fisicamente stiamo benissimo anche se credo che conti molto di più l’aspetto mentale. Siamo dove volevamo essere e abbiamo l’energia che serve. Ibra domani non sarà da solo davanti, è importante attaccare con tanti giocatori e mantenere l’equilibrio. Vedremo chi scenderà in campo domani sera».

SUL TABU’ STADIUM: «Chi ci crede può ottenere tutto e noi ci crediamo. E ci crediamo perchè abbiamo dimostrato di essere una squadra forte anche se sappiamo che sarà una gara difficile. Possiamo sfatare il tabù, non ho dubbi, ma dovremo fare qualcosa di molto importante».

SUL PERCORSO FATTO: «Partita da far rivedere ai miei? Non ce n’è una sola, nella partita di domani ci sarà tutto il nostro anno e mezzo di lavoro, domani dobbiamo metterlo tutto in campo. Ci crediamo molto, vogliamo fare una partita seria. Noi siamo partiti con l’obiettivo di migliorare la scorsa stagione, nel girone d’andata abbiamo fatto tanti record e tante vittorie soprattutto in trasferta. Poi c’è stato un calo fisiologico ma l’importante è essere qua. Dobbiamo pensare solo a fare bene domani».

SULL’ATTACCO DELLA JUVE: «Vogliamo limitare le loro qualità, la nostra strategia è sempre stata questa. La Juve ha un grande reparto offensivo non solo sugli esterni quindi dobbiamo fare una fase difensiva molto compatta, coprendo anche l’errore individuale del compagno».

SULLA GARA COL BENEVENTO: «Col Benevento abbiamo fatto un calcio veloce, muovendoci coi tempi giusti dando tante soluzioni ai compagni. Abbiamo poco tempo agli avversari di essere compatti e questo è il nostro obiettivo anche per domani. Mi piacciono i giocatori che non danno punti di riferimento, contro la difesa della Juve dobbiamo muoverci tanto e non essere prevedibili».

PARTITA DECISIVA: «Quella di domani è una partita determinante per il nostro futuro, l’impatto sul futuro è difficile da dire oggi. Vincere però ci darebbe più convinzione e fiducia nel centrare l’obiettivo Champions. Ne siamo consapevoli e pronti mentalmente».

SULL’IMPORTANZA DEI CAMBI: «Avere tutti a disposizione è fondamentale per poter avere cambi e soluzioni a gara in corso, è un aspetto molto positivo per domani».

GARA DELLA SVOLTA: «Entrambe le squadre hanno pressioni ma noi le abbiamo cercato e volute e quindi abbiamo tutto in regola per vincere. Lo spirito di domani sera deve essere quello avuto durante i rigori col Rio Ave. Quella di domani è veramente la partita della svolta».