Connettiti con noi

News

Conferenza Pioli: «Kjaer, Leao e Ibra out. Ranieri è un amico» VIDEO

Pubblicato

su

Conferenza Pioli: le parole del tecnico rossonero alla vigilia del match in programma domani al Marassi contro la Sampdoria

Stefano Pioli in conferenza: ecco le parole del tecnico rossonero da Milanello alla vigilia della gara in programma domani sera al Marassi Sampdoria-Milan.


Conferenza integrale Pioli

RANIERI – «Con Ranieri amici prima e dopo la partita ma durante saremo avversari. E’ stato importante nel corso dalla mia carriera e nella mia decisione di diventare allenatore. Ho tifato per lui ai tempi del Leicester, lo stimo molto».

IL NUOVO LEICESTER – «Credo che quella sia stata una situazione non irripetibile, forse anche Sampdoria e Verona in Italia fecero lo stesso, ma continuo a ripetere che siamo solamente ad inizio di campionato. Pensiamo alle difficoltà delle partita di domani affrontandola al massimo per cercare di ottenere il miglior risultato possibile».

OBIETTIVO – «Credo che la squadra sia molto brava a trovare delle grandi motivazioni di partita in partita. Sono tanti gli obiettivi che possiamo raggiungere ma è uno quello che ci interessa più di tutti: imparare a stare sempre meglio in campo facendo noi la partita. La squadra sa che senza sacrificio non si può ottenere nulla».

TUTTI UNITI – «Ai miei giocatori continuo a giocare bene e da squadra. Tutte le squadre vogliono vincere, la Sampdoria vorrà farlo domani, ma la differenza la fa la preparazione e noi cerchiamo sempre di farla al meglio. Ringrazio in questo senso i giardinieri di Milanello che oggi ci hanno permesso di allenarci al meglio dopo che ieri sono caduti 30 centimetri di neve».

REBIC – «Ha avuto un infortunio fastidioso per la dinamica ma giovedì sera si è mosso molto bene in campo ma non è stato servito abbastanza soprattutto in profondità. Chiaro che da attaccante si aspetti di tornare al gol e glielo auguro ma sta facendo molto bene anche nel dialogare con la squadra».

SOTTOVALUTATI – «Non so cosa pensano gli altri e mi interessa fino ad un certo punto. Vivo da tanto tempo questo ambiente e so che non ci sono vie di mezzo, abbiamo sempre usato l’equilibrio come nostro punto di forza. Stamattina l’allenamento è stato perfetto, è stata quella giusta, sappiamo che servirà il miglior Milan per ottenere il massimo».

CONFERMA IBRAHIMOVIC – «Con Zlatan cerco di essere sempre molto diretto, ho parlato con il cuore. Ho semplicemente detto che visto cosa ha dimostrato nella scorsa stagione e per la crescita della squadra non sarebbe stato giusto interrompere questo percorso. Io, Maldini, Massara e Gazidis avremmo fatto di tutto per farlo rimanere. Molto bene che la cosa sia andata così».

FERRERO – «E’ giusto che siamo diventati un obiettivo per tutti i nostri avversari. Ma lo sono anche loro per noi».

HAUGE – «La società è stata molto brava, siamo stati fortunati anche ad incontrarlo sul campo e vedere che è un ragazzo giovane ma anche di grande qualità. Sono convinto che possa crescere ancora molto, a sinistra siamo coperti perché sia lui che Leao che Rebic possono giocare larghi. Mi viene sempre difficile fare dei paragoni con un giocatore del passato ma sta dimostrando di poter essere di grande aiuto alla squadra».

BRAHIM DIAZ – «A me quello che preme quando schiero la squadra è sfruttare al meglio le caratteristiche di giocatori. Credo che Brahim e Chala siano due trequartisti, è preferibile questo tipo di posizione per lui. Per quanto riguarda il “falso nueve” a volte anche con Ibra giochiamo senza centravanti perché lui spesso arretra sulla trequarti».

UMILTA’ – «Noi siamo stati bravi a portare fuori da ogni partita cose importanti per la nostra crescita. Forse abbiamo sbagliato qualcosa pagando a caro prezzo in certe occasioni ma dobbiamo assolutamente continuare su queste situazioni».

KJAER – «Kjaer, Leao e Ibrahimovic non saranno disponibili per la gara di domani. Su Simon tra una settimana rivaluteremo, il ragazzo è dispiaciuto perché è una roccia ma ne approfitterà per rifiatare. Musacchio ha avuto un infortunio serio, si sta avvicinando per tornare tra i disponibili».

THEO – «Credo che, nonostante stia dimostrando di essere già un giocatore di alto livello, ha ancora margini di miglioramento come tutti.

RISULTATI – «Sono sempre stato convinto e fiducioso sulle qualità dei miei giocatori. Da qui a pensare che saremmo stati capaci di ottenere tutti questi risultati ce ne passa. Speravamo di riuscirci ma non era così scontato.

RECUPERO – «La squadra sta bene fisicamente, sta bene mentalmente. Sappiamo che giocando ogni tre giorni è molto importante saper recuperare e riposarci al meglio.

MILAN FEMMINILE – «Maurizio è sempre sul pezzo e non molla niente, faccio i complimenti alla squadra per quello che stanno facendo. Non sono mai riuscito a vederle giocare dal vivo quest’anno ma le seguo spesso sui nostri canali. Forza ragazze!»

Advertisement

Facebook

Advertisement