Connettiti con noi

Milanello

Caldara, niente da fare: per vederlo in campo ci vorrà ancora tempo

Pubblicato

su

Mattia Caldara dovrà aspettare ancora un po’ di tempo prima di rientrare in campo, escluse le prossime due gare, più probabile il Derby

Ok Cutrone, quasi pronto Higuain, in casa rossonera rimane da monitorare la situazione di Mattia Caldara. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, servirà ancora un po’ di tempo per poter vedere il difensore quantomeno in panchina prima della titolarità. La situazione dell’ex atalantino sarebbe la medesima: principio di pubalgia che sicuramente lo costringerà a rimanere  fermo ancora una settimana. Probabile quindi il suo recupero durante la sosta per le Nazionali, in maniera da farsi trovare pronto per il Derby di San Siro contro l’Inter, in data 21 Ottobre (Domenica). Soltanto 180 minuti per Caldara fino a questo momento, 90 con la nazionale nella sfida al Portogallo, gli altri 90 contro il Dudelange in Europa League, due settimane fa, l’unica partita in cui il Milan non ha subito goal. Merito suo? Oppure un caso…fatto sta che il centrale classe 1994 ha dalla sua questo prezioso dato se pur ottenuto contro una squadra che poche volte è riuscita ad arrivare dalle parti di Reina.

Certo non sarà facile rientrare e guadagnarsi il posto da titolare dopo un avvio di stagione così complicato, prima i dubbi di Gattuso in merito alle capacità del giocatore di gestire una linea a 4 e poi quest’ultimo infortunio che ovviamente tutti sperano si tratti solo di un principio di pubalgia. Oltre a quello di Gattuso rimane un altro dubbio: come mai la Juventus lascia andare così facilmente un giocatore che impiega così tanto tempo ad adattarsi ad un modulo diverso e che poi si ferma per un guaio fisico che in circostanze più serie può compromettere l’intera stagione.