Bonucci: «In ogni partita ci giochiamo la faccia, ci vuole personalità»

Bonucci
© foto Fonte Instagram - @Bonuccileo19

Leonardo Bonucci, autore di una buona prova stasera, suona la carica in vista dei prossimi impegni. Il difensore chiede sfrontatezza al gruppo

Leonardo Bonucci è stato uno dei migliori in campo nella sfida contro l’AEK Atene di questa sera. Il difensore non ha commesso errori ed è stato molto utile in fase di impostazione. Nel finale di gioco ha subito un intervento duro di un avversario ma non sembra nulla di preoccupante: «Sto bene – ha rassicurato il giocatore a Sky Sport – ho subito una tacchettata nel finale, ma fa parte del gioco».

Il doppio pareggio contro i greci non è stato per nulla entusiasmante sul piano della prestazione collettiva ma il Milan comunque è rimasto in testa alla classifica del girone con due punti di vantaggio sull’AEK: «Sono state due partite strane, giocavano uomo contro uomo e ci lasciavano in superiorità dietro. Serve più personalità da parte del singolo, sapevamo sarebbe stata difficile, è un buon punto. Con il Sassuolo ricominceremo la rincorsa in campionato. In queste settimane sono riuscito a migliorare, ho fatto un percorso netto a livello fisico e mentale, sono contento della mia prestazione, ma devo migliorare».

Bonucci ha chiuso l’intervista suonando la carica e responsabilizzando i compagni di squadra in vista dei prossimi impegni contro Sassuolo e Napoli: «In ogni partita ci giochiamo la faccia, quest’estate si sono create molte aspettative, sta a noi giocare da squadra e di conseguenza arriveranno i risultati. Vedo grande qualità in questa squadra, ci manca un pizzico di sfrontatezza palla al piede, se la trovassimo ci toglieremmo molte soddisfazioni».