Berardi al Milan: «Se arrivasse un’offerta l’accetterei. Sono pronto»

Berardi
© foto www.imagephotoagency.it

Domenico Berardi è oggi pronto al salto di qualità, l’esterno italiano del Sassuolo è il pallino di Di Francesco che potrebbe chiamarlo al Milan

Intervistato da La Gazzetta dello Sport, Domenico Berardi ricorda i tempi in cui la sua valutazione oscillava intorno ai 50 milioni di euro: «Non parlo di cifre, ma a quei tempi non ero pronto: per questo ho scelto di restare qui, e non sento di aver perso tempo. Adesso mi sento contento di me stesso: anzitutto perché sono più completo e non sono più una testa calda».

CALCIOMERCATO – «Potendo scegliere, giocherei nel Liverpool. Milan? Se arriverà un’offerta, che sia del Milan o di un altro club, la valuterò con il mio club. E se sentirò che è la proposta giusta, da prendere al volo, stavolta al Sassuolo dirò: la prendo».

ASSIST O GOL – «A parte che non molti esterni offensivi hanno fatto più gol di me, il fatto è che segnare mi piace, ma mi piace di più aiutare la squadra: meno gol, più assist, va bene così. E comunque De Zerbi mi vuole più vicino alla porta e ha deciso che i prossimi rigori li tirerò io: spero di arrivare a 9-10».

NAZIONALE – «Penso che la maglia azzurra sia l’ultimo passo per completare il mio cambiamento. Devo segnare e giocare bene: c’è concorrenza, magari non basterà, ma in queste tre partite ci proverò. Giocando come mi disse Mancini quando mi chiamò: “Libero di testa, non devi dimostrarmi niente”».