Mistero André Silva: non convince ma ha mercato, il Milan ha una certezza

andre silva
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan di Gattuso inizia a macinare gioco e risultati positivi ma, in tutto questo, resta da risolvere un caso spinoso: il mistero André Silva

Dal derby di fine dicembre, il Milan non ha più perso: con Gattuso, la squadra ha trovato la quadra e, in campo, i risultati si sono visti. Ora, il club rossonero è atteso da un mese di fuoco, durante il quale il tecnico calabrese dovrà avere il supporto di tutti i giocatori. Tanti sono stati ‘ritrovati’, da Calhanoglu a Calabria fino a Biglia e Bonaventura, ma, nel computo totale della rosa, manca ancora uno dei nomi più importanti, conti alla mano, ossia André Silva. Il lusitano, titolare contro il Ludogorets giovedì, ha mandato all’aria un’ottima occasione per confermare i primi accenni di miglioramento. Un approccio alla partita superficiale e un modo di porsi che a molti – dentro e fuori il Milan – non è sfuggito: André non ha partecipato ai festeggiamenti dopo il gol di Borini e nemmeno a quelli finali. Quando Mallenco ha detto stop si è indirizzato subito verso lo spogliatoio dopo aver ricevuto un velocissimo «cinque» da Kalinic. Il tutto sotto gli occhi di Jorge Mendes, agente del giocatore, che ha lasciato San Siro scuro in volto. Che succederà adesso? André Silva, che non segna dal 23 novembre, è in fondo alle gerarchie, dietro a Cutrone e Kalinic. Con sette partite in tre settimane, però, è molto probabile che Gattuso lo chiamerà in causa, magari a gara in corso, sperando tuttavia di ricevere altro tipo di risposte. E, difatti, in conferenza stampa, sono arrivate parole al miele nonostante una prova sottotono.

MERCATO – André Silva sta faticando ad imporsi ma, nel frattempo, – riporta la Gazzetta dello Sport – le voci sul suo futuro si gonfiano di settimana in settimana. Il Milan si rende ovviamente conto che la resa di Mister 38 milioni è ampiamente al di sotto delle attese, ma nonostante ciò l’appeal di André resta alto, soprattutto per i top club europei. Il portoghese è seguito da diverse squadre, nonostante i voti in pagella. Il Milan, però, è certo di una cosa: se Silva fosse ceduto oggi, il suo valore patrimoniale non sarebbe inferiore al prezzo di acquisto della scorsa estate.