Anche Gattuso lo ammette: il Milan è diventato un ripiego

Gattuso
© foto www.imagephotoagency.it

Gattuso in conferenza stampa ha ammesso che le situazioni di Higuain e Bonucci confermano che lo spogliatoio non sa gestire i grandi campioni

Quando il Milan tornerà grande? A quanto pare ci vorrà ancora molto tempo ed è lo stesso tecnico Gennaro Gattuso ad ammetterlo. Prima Leonardo Bonucci poi Gonzalo Higuain hanno deciso di abbandonare la barca rossonera con la sensazione che il club di via Aldo Rossi non fosse all’altezza delle aspettative di giocatori del loro calibro. Entrambi hanno subito l’addio dalla Juventus e sono fuggiti lasciando un bruttissimo ricordo nella mente dei tifosi del Diavolo. Resta il fatto che al momento la squadra non è in grado di gestire i campioni affermati. Gattuso ne è ben consapevole, tanto che nella conferenza stampa della vigilia con il Genoa ha portato ad esempio la sua esperienza personale dopo l’addio al Milan facendo un parallelo con quella di Higuain in rossonero. L’allenatore di Corigliano Calabro ha ammesso che una volta sbarcato a Sion avrebbe voluto lasciarlo dopo pochi mesi perché non si trovava bene in club di così basso livello rispetto al Milan e ai campioni con cui aveva giocato al Milan. Gattuso comunque ha messo Higuain davanti alle sue responsabilità, sottolineando come un professionista deve sapere impegnarsi in qualsiasi situazione senza cercare necessariamente la perfezione ad ogni costo.