Connettiti con noi

News

Virdis: «Il Derby lo vince chi è sfavorito. Ibra? Un monumento»

Pubblicato

su

Virdis, bandiera rossonera degli anni 80 ha parlato di se stesso ma anche del Derby sulle pagine di Tuttosport, con tanti aneddoti in merito

Virdis, bandiera rossonera degli anni 80 ha parlato di se stesso ma anche del Derby sulle pagine di Tuttosport, con tanti aneddoti in merito.

SU IBRA- «Un monumento. A quarant’anni essere decisivo per le sorti del campionato è un merito, un qualcosa che gli fa onore. Può addirittura ancora vincere la classifica marcatori nonostante abbia saltato qualche partita. Ibra possiede qualità fisiche impressionanti, carisma, capacità di trascinare gli altri, più di così non si può chiedere».

CHI VINCE IL DERBY- «Di solito si dice che la squadra sfavorita avrà la meglio, è il motivo per cui il Milan si è fatti superare dall’Inter (ride n.d.r.). Spero che i rossoneri trovino rabbia e cattiveria per confermare la crescita della squadra. Finalmente si disputerà un Derby importante per davvero con le milanesi tornate competitive».

SCONTRO IBRA LUKAKU- «Ci saranno state delle scorie passate, temi ancora da risolvere e chiarire ma si tratta di qualcosa di superficiale, se ne sta parlando troppo. Sono stati ammoniti tutti e due ed è finita lì. Ora è tutto mediatico, si esagera, sembra che per forza si debba dire una parolina in più rispetto a quello della stanza a fianco. Zlatan? Più determinante di Lukaku che rimane comunque una grande scoperta».