Connettiti con noi

HANNO DETTO

Tomori: «Qui al Milan c’è tutto per crescere e vincere»

Pubblicato

su

Tomori ha così parlato ai microfoni de il Corriere della Sera, le parole del difensore del Milan riscattato dal Chelsea

Il difensore del Milan, Fikayo Tomori, pilastro della squadra di Pioli, ha rilasciato una lunga intervista al Corriere della Sera. Ecco le sue dichiarazioni.

Sull’esperienza al Milan: «Mi hanno subito accolto tutti benissimo, fin dal primo giorno. Grande società, strutture eccezionali. C’è tutto per crescere e per vincere. Un sogno».

Sugli obiettivi stagionali: «Nulla è impossibile, si gioca sempre per vincere. Noi siamo una squadra giovane, stiamo crescendo, ma il secondo posto della stagione scorsa dice che siamo sulla strada giusta. Dobbiamo andare avanti così, step by step, passo dopo passo».

Sui soldi spesi dal club per acquistarlo: «Nessun peso, è una grande soddisfazione sentire questa fiducia attorno a me. Tutti mi stanno aiutando. L’ho capito subito: il Milan è il posto giusto per me».

Su Kjaer e Romagnoli: «Due grandi campioni, mi stanno aiutando moltissimo nella crescita personale. Dentro il campo ma anche fuori. Romagnoli è il capitano, mi parla in inglese e questo mi aiuta. Ho un ottimo feeling con lui e con Kjaer».

Su Pioli: «Mi insegna i segreti e i dettagli. Come vuole che giochi nel suo sistema, con il resto della squadra. Era un difensore, mi insegna molto su come difendere, sulla posizione da avere in campo. Ho un ottimo rapporto con lui».

Su Ibrahimovic: «È un leader vero, capace di farti tirare fuori il meglio anche solo con una parola, uno sguardo. Un fuoriclasse».

Su Giroud: «Una persona molto gentile oltre che un grande attaccante. Ha un’esperienza immensa, ha giocato in grandi squadre segnando sempre molto e soprattutto vincendo molto. Ci aiuterà». 

Sul futuro: «A fine carriera mi piacerebbe diventare manager nel calcio. Certo, dopo il ritiro vorrei anche diventare padre, avere una bella famiglia. Vedremo cosa accadrà nel futuro. Ora però pensò solo al Milan: è la mia grande occasione, non la sprecherò».