Suso: «Champions e Coppa Italia! Gattuso un grande. Nuovi arrivi? Piano con i paragoni»

Suso
© foto www.imagephotoagency.it

Suso esce allo scoperto e si racconta attraverso una lunga intervista dove va a toccare i punti cardine di una squadra ormai in crescita

Suso, croce e delizia di un Milan altalenante negli ultimi tempi a causa di un problema al pube che non gli ha permesso di allenarsi con continuità negli ultimi mesi. Lo rivela lo stesso giocatore in un’intervista concessa a Gazzetta dello Sport: «Stavo male prima di Natale. Ora va meglio e non sento fastidio. Non sono al cento per cento ma ho alle spalle un mese di lavoro in più. Riesco a giocare, più o meno bene. Perchè non l’ho ammesso subito? Qua escono le cose che interessano, altre no. Gattuso lo sapeva, i compagni anche, e questo mi basta. Se ho fatto uno sforzo è stato per loro».

CHAMPIONS E COPPA ITALIA- «Doppietta possibilissima»

SU GATTUSO- «Lui è perfetto, è l’allenatore giusto al momento giusto nel posto giusto. Per noi è un punto fermo. A me personalmente ha dato tanto e penso di avergli dato tanto anche io. In mezzo alle difficoltà è riuscito a mantenere una squadra all’altezza e un gruppo compatto. Anche alla Juve se togli quattro titolari ne risente, noi in mezzo a mille infortuni siamo rimasti lì».

SU PIATEK E PAQUETÀ- «Sono due grandi giocatori che potranno dare tanto. Ma ho visto anche tanti altri fare benissimo nei primi mesi e dopo no. Andiamoci piano perché sento già troppi paragoni con chi ha vinto Palloni d’oro. Anche Kalinic all’inizio aveva fatto tutti felici, poi ha avuto difficoltà ed è stato criticato. Non è giusto proprio per loro, perché se poi sbagliano due partite si dirà subito il contrario. Vale per tutti: ora le cose vanno bene ma se ne perdiamo due torniamo a essere disastrosi. Piatek poi è uno simpatico e Paquetà sta prendendo lezioni di italiano per impararlo il più in fretta possibile».

SU HIGUAIN- «Lo considero uno degli attaccanti più forti al mondo. Se non pensava di essere più felice qui e di esserlo a Londra ha fatto bene ad andare. E per me ha fatto bene anche da noi. Paradossalmente ha aiutato Cutrone, a cui ha tolto minuti ma insegnato altro. Per tutti è stato un buon compagno». 

POLEMICA SOCIAL CON HIGUAIN- «Higuain grasso? Non lo è mai stato, giuro. Ma in quella foto aveva un paio di pantaloncini stretti e ci ho scherzato su. Sono cominciati ad arrivarmi 500 messaggi, compreso il suo: “Guarda che questa storia sta uscendo ovunque”. I pantaloncini restano belli, gli ho chiesto se me li inviava e ora li aspetto».