Connettiti con noi

News

Sparta Praga Milan 0-1, le pagelle rossonere: Hauge regala il 1° posto

Pubblicato

su

Il norvegese si ripete dopo la prodezza col Celtic e regala il 1° posto nel girone al Milan; un primato che Tatarusanu blinda nel recupero

Ampio turnover per Pioli che vince a Praga e soprattutto, grazie alla clamorosa sconfitta del Lille al Celtic Park, ottiene il 1° posto nel girone grazie al gol capolavoro di Hauge che ormai si sta specializzando in quel tipo di azione ed alla grande parata di Tatarusanu in pieno recupero che salva il risultato e riscatta la papera contro Dzeko. Queste le pagelle rossonere:

Tatarusanu 7 Determinante per blindare il primo posto nel girone su Karlsson a tempo scaduto.

Conti 6 Ritrova la maglia da titolare e con essa la fascia da capitano; il giusto premio per un calciatore che ha visto la sua esperienza in rossonero funestata da mille infortuni.

Duarte 6 Aveva bisogno di ritrovare il campo; è ancora arrugginito dalla lunga inattività ma nel complesso prestazione positiva.

Kalulu 7 Nascerebbe terzino ma questa sua prima da titolare in rossonero la gioca da centrale e si distingue per attenzione e disinvoltura.

Dalot 6,5 Non si sa se è lo Sparta Praga o la fascia sinistra che più lo esaltano; di certo, così come nella gara d’andata, offre un’ottima prova.

Tonali 6,5 Degli undici titolari è quello che ha più minuti stagionali insieme a Castillejo; gestisce bene la mediana sia in fase di copertura che quando si tratta di cercare l’imbucata.

Krunic 6 Rimedia un cartellino giallo forse evitabile; buona prestazione davanti alla difesa, quando viene avanzato cestina tre chance in contropiede calibrando male l’imbucata.

Castillejo 6 Prova ad imitare Hauge con una serpentina sull’altra fascia ma al momento di calciare si ritrova il pallone sul destro ed il risultato non è dei migliori.

Maldini 6 Si esibisce addirittura in un paio di ‘sombrero’; gioca sciolto e disinvolto in quello che è il suo ruolo naturale (dal 78′ Kessie sv).

Hauge 7,5 Repetita iuvant; ripete lo stesso gol fatto con il Celtic anche a Praga e consegna altri tre punti ai rossoneri anche se nel finale si mangia il raddoppio con un tiro loffio, probabilmente dovuto ai crampi (dal 90′ Brahim Diaz sv).

Colombo 6 Ottimo lavoro spalle alla porta, poco presente in zona gol (dal 67′ Rafael Leao 6 Obbliga Plechaty all’intervento da rosso diretto).

All. Pioli 6,5 Con la qualificazione ottenuta opta per un ampio turnover, dando chance a tutti quei calciatori che avevano fin qui trovato poco spazio; scelta saggia considerando anche un calendario talmente compresso che un po’ di riposo per i titolarissimi era più che doveroso. Una scelta premiata dall’inaspettato primo posto nel girone.

SPARTA PRAGA (3-5-2): Heca 6; Vitik 6, Plechaty 5, Lischka 5,5; Wiesner 5, Sacek 6 (dall’82’ L. Krejci I sv), Soucke 6, Karabec 6 (dal 45′ L. Krejci II 6), Polidar 5; Minchev 5 (dal 66′ Julis 6), Plavsic 6,5 (dal 66′ Karlsson 5). All. Kotal 5,5.