Scoppia il caso André Silva: il Siviglia invoca addirittura l’intervento della Uefa

© foto www.imagephotoagency.it

André Silva e il Siviglia sono ai ferri corti: Caparros, allenatore andaluso, invoca addirittura l’intervento della Uefa

È ormai certo che il Siviglia non riscatterà André Silva. Il portoghese, oltre ad uno scarso rendimento nella seconda parte di stagione, è ormai ai ferri corti con la società spagnola. Venuto a sapere che non sarebbe stato riscattato dagli andalusi, l’attaccante non è più riuscito a dare il massimo. Inoltre, gli andalusi lo accusano di aver simulato un infortunio al tendine rotuleo per concedersi un lungo stop dal campo.

Il tecnico del Siviglia Joaquin Caparros non le ha mandate a dire e ha accusato pubblicamente il lusitano augurandosi una mancata convocazione dal Portogallo per la Nations League:

«Non siamo mica stupidi, André Silva non giocherà ed è un caso di cui bisogna parlare seriamente. Parliamo di un ragazzo che ha fatto molto bene all’inizio ma poi è scomparso, specialmente negli ultimi due mesi. Chiedo al Portogallo, per amore del calcio, di non convocarlo in Nations League. Sarebbe un insulto al calcio».

Caparros poi ha fatto appello alla Uefa: «Credo che la Uefa dovrebbe investigare sui suoi referti medici. Come reagirebbero i tifosi del Siviglia, tutto lo staff tecnico, i dirigenti e il nostro presidente vedendolo in campo con il Portogallo a giugno? A prescindere da questo, comunque, credo che debba contare il parere del medico della società che gli paga lo stipendio».