Sacchi: «Il Milan può vincere il derby puntando sul collettivo»

Arrigo Sacchi
© foto www.imagephotoagency.it

Sacchi afferma che se il Milan nel derby dovrà puntare sul collettivo e la fluidità del gioco in quanto inferiori per individualità

Arrigo Sacchi è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport a pochi giorni dal derby di Milano. L’ex allenatore rossonero, vincitore di uno Scudetto e due Coppe dei Campioni, ha voluto fare un confronto sulle differenze dal punto di vista del gioco tra Milan e Inter per evidenziare pregi e difetti di entrambe tutte e due le squadre. «Lo stato di forma sembra ottimo e in crescita per entrambe. Purtroppo è impossibile sapere la condizione in cui sono tornati i giocatori che erano con le Nazionali. – afferma Sacchi – Ciò rende ancora più azzardato qualsiasi pronostico. I nerazzurri di Spalletti dovrebbero essere superiori per forza, esperienza e qualità individuali, ma il calcio non è la somma solo di questi valori. Gli uomini di Gattuso, il quale sta convincendo sempre di più, dovranno superare i nerazzurri come collettivo e fluidità di gioco, solo così potrebbero pareggiare il valore individuale degli avversari».

«Tra i rossoneri rientrerà il bravo Romagnoli in coppia con Musacchio, gli esterni sono il vivace Calabria e Rodriguez. Kessié, Biglia e Bonaventura se la vedranno con il centrocampo nerazzurro forse meno ordinato, ma forte e di qualità. – ha continuato l’ex coordinatore tecnico delle Nazionali giovanili – E’ auspicabile che i centrocampisti Suso o Calhanoglu a turno aiutino Higuain negli attacchi alla porta avversaria. Nessuna delle due compagini, però, pratica il pressing con continuità e organizzazione: così non agevolano le ripartenze».

Articolo precedente
susoInter-Milan sarà anche Perisic vs Suso: il derby si gioca sulle fasce
Prossimo articolo
Inter-Milan sarà spettacolo sugli spalti: San Siro è già tutto esaurito