Rassegna stampa del 31 marzo 2018

Stampa Rassegna
© foto @Twitter

La rassegna stampa dei quotidiani sportivi nazionali del 30 marzo 2018 di MilanNews24: ecco le prime pagine di Corriere dello Sport, Tuttosport e Gazzetta dello Sport

Tuttosport

Tuttosport dedica la prima pagina al bigmatch di questa sera tra Milan e Juve con un titolo dedicato ai due tecnici “Ringhia Allegri”. L’esperienza contro la forza fisica verrebbe da dire in un incontro di boxe, in questo caso l’esperto è Allegri contro un carro armato di potenza rabbiosa, mista ad intelligenza tattica e preparazione tecnica. C’è tanto in ballo questa sera, Allegri e Gattuso portano in scena tanti trofei tra scudetti e coppe dei campioni (in questo caso solo Gattuso) una vita passata ad inseguire la vittoria, quella di stasera vale 3 punti pesantissimi soprattutto per il Milan, la Juve ha una posizione migliore e anche in caso di sconffitta, nulla sarebbe compromesso.

Corriere dello Sport

Neanche un accenno al big match tra Juve e Milan di questa sera invece sul Corriere dello Sport ma alla corsa al quarto posto con tutti i principali bomber delle squadre coinvolte in primo piano. Corsa al quarto posto che di riflesso coinvolge anche Juventus-Milan, gara che per i rossoneri potrebbe davvero significare molto, solo se Icardi e compagni dovessero fallire con il Verona a San Siro nel pomeriggio. Il destino del Milan passa anche da qui, dal risultato di Inter-Verona, senza dimenticare Lazio (meno 1 dal quarto posto) e Roma che in caso di sconfitta con il Bologna (gara alle 12:30) rimetterebbe in discussione anche il terzo posto. Dunque ancora tutto aperto, grande responsabilità oggi per i bomber delle rispettive squadre, presenza fondamentale in turno che potrebbe riaprire oppure chiudere definitivamente i discorsi qualificazione.

Gazzetta dello Sport

La rosea in prima pagina mette a confronto i campioni che questa sera si affronteranno allo Stadium, ovvero Higuain-Bonucci e Buffon-Donnarumma. In taglio alto la dichiarazione autocelebrativa di Spalletti: «L’anno prossimo ancora qui». Molto probabilmente sarà così ma è chiaro che le parole del tecnico arrivano puntuali per smentire le voci che lo vedrebbero via a fine stagione, si perchè le possibilità che il tecnico toscano vada via sono molte, dopo una stagione inizialmente esaltante ma poi caratterizzata da una parabola discendente che dal primo posto ha portato momentaneamente al quarto, con il rischio che anche la Champions del prossimo anno vada in fumo. In casa Inter si rumoreggia, opportuno dunque tranquillizzare tutti, quando mancano ancora tante partite alla fine.