Paquetà, in Brasile è il migliore del 2018: ecco quando arriverà in Italia

© foto Twitter

Manca poco ormai all’arrivo di Paquetà in Italia, intanto l’asso brasiliano si porta via dalla patria un titolo assolutamente di prestigio

Nei giorni scorsi vi abbiamo mostrato le immagini di Lucas Paquetà in lacrime dopo l’ultima gara con il suo Flamengo, ora si volta pagina e si punta dritto allo sbarco milanese del giocatore, un evento che ormai tutti aspettano per vedere da vicino, quello che in patria è il miglior centrocampista del Brasile 2018, nominato da poco. Il Milan, come sappiamo lo ha prelevato per 35 milioni di euro dal Flamengo, ora dovrà attendere le visite mediche, poi il giocatore farà ritorno in Brasile per poi rientrare a Gennaio ed unirsi alla squadra per la preparazione, data la pausa di 3 settimane dopo la gara del 29 Dicembre. Secondo quanto riportato da ‘Sky Sport’, Paquetá, che in rossonero dovrebbe indossare la maglia numero 39, quella dei suoi esordi nel ‘Mengão’, club con cui è giunto secondo nel ‘Brasileirão’ 2018 dietro il Palmeiras campione, dovrebbe sbarcare a Milano nella giornata di domenica 9 dicembre.Successivamente, con ogni probabilità lunedì mattina, 10 dicembre, dovrebbe svolgere le visite mediche, molto probabilmente alla clinica la Madonnina come fu per Higuain e Caldara.

NEI PIANI DI GATTUSO- Ora non resta (previo superamento visite mediche) che chiedersi come Gattuso imposterà il Milan del 2019 con un giocatore in più così acclamato e così atteso da tutti i tifosi. Se conosciamo il tecnico rossonero sappiamo che non è uno da grandi stravolgimenti, tranne ovviamente che per le situazioni di emergenza dove si trova costretto a cambiare modulo ed interpreti. Due le possibilità: 4-4-2 o 4-3-3. Nel primo caso Paquetà potrebbe andare a fare l’esterno di centrocampo (un po’ sacrificato) mentre nel secondo potrebbe prendere il posto di Biglia anche se non particolarmente offensivo. Da lì poi dovrà essere bravo a svariare come un trequartista, cosa che fino ad ora il Milan non ha mai avuto.

Articolo precedente
Trofeo Kopa: Gigio quarto e Cutrone settimo, a vincere è il favoritissimo
Prossimo articolo
Uefa, pochi giorni alla sentenza: il mercato del Milan passerà anche da qui