Niente Milinkovic-Savic, la Lazio ha detto «No»: ecco le prove che la trattativa c’è stata

Milinkovic-Savic
© foto www.imagephotoagency.it

L’assalto di Leonardo a Milinkovic-Savic è fallito: il Milan si appresta a concludere il calciomercato con una rosa rinforzata ma incompleta

Il calciomercato volge al termine e i rossoneri attraverso un comunicato ufficiale hanno reso noto che dopo gli arrivi di Bakayoko, Laxalt e Castillejo non faranno altre operazioni in entrata. Una nota che giunge al termine di un ultimo tentativo con la Lazio per convincere Claudio Lotito a cedere Milinkovic-Savic. Come vi abbiamo riportato da diverse settimane, e come successivamente confermato anche dagli stessi protagonisti, il Milan è stato davvero il club più vicino all’acquisto del centrocampista serbo formulando alla Lazio un’offerta dal costo complessivo di 120 milioni di euro con la formula del prestito oneroso con diritto di riscatto. L’operazione, come conferma la mancata presa di posizione pubblica da parte di Lotito, è entrata nel vivo nella giornata di ieri e sembrava in un primo momento essere arrivata alla svolta. Alla fine la Lazio ha detto «No» e Milinkovic-Savic, mestamente, si appresta a restare un giocatore biancoceleste. Il calciatore serbo infatti aveva palesato alla Lazio la propria volontà di trasferirsi al Milan dove avrebbe percepito uno stipendio nettamente superiore e a cui la Lazio avrebbe risposto proponendo un rinnovo con adeguamento che però al momento il centrocampista classe ’95 non ha ancora voluto sottoscrivere.

Il riserbo tenuto riguardo la trattativa era stato orchestrato ‘ad hoc’ dalle due società per evitare ripercussioni in borsa del titolo della Lazio che a poche ore dalla chiusura del calciomercato stava trattando la “ricca” cessione del proprio elemento più forte. Il Milan dal canto suo ha terminato una campagna acquisti di primissimo livello rinforzando la rosa in quasi tutti i reparti tranne, forse, che a centrocampo dove – e qui l’ennesima conferma – si è tentato fino all’ultimo minuto di regalare ai tifosi rossoneri un colpo pirotecnico come quello di Gonzalo Higuain. Il fallimento dell’operazione Milinkovic-Savic, su cui Leonardo e Maldini hanno puntato fortemente nelle ultime ore tanto da ammettere la chiusura delle operazioni in entrata solo un’ora fa, non permette per tempistiche ai dirigenti rossoneri di intavolare altre eventuali trattative come quella vociferata per Draxler o Rabiot. Il Milan si appresta a cominciare la nuova stagione, l’esordio potrebbe avvenire martedì prossimo sempre contro il Genoa, con una rosa rinforzata ma incompleta e un sogno in “serbo” riposto purtroppo nel cassetto.

Articolo precedente
Comunicato Milan, chiuso il mercato in entrata: niente Milinkovic-Savic
Prossimo articolo
LaxaltLaxalt in conferenza: «Il Milan è una svolta per la mia carriera»