Nazionale, Cutrone e Romagnoli tornano a casa: ora sono due i rossoneri schierabili

Cutrone Nazionale
© foto www.imagephotoagency.it

Roberto Mancini dovrà fare a meno di Cutrone e Romagnoli, i rossoneri dunque rimangono due per la gare con Ucraina e Polonia

Amichevole con l’Ucraina mercoledì 10 ottobre a GenovaNations League domenica 14 contro la Polonia, gara di ritorno dopo l’1-1 del 7 Settembre, gara in cui segnarono Jorginho su rigore e l’ex compagno di squadra al Napoli Zielinski. Primi pensieri per Roberto Mancini, il tecnico azzurro oltre che a vincere necessariamente dovrà pensare alle tante defezioni: Danilo D’Ambrosio, Patrick Cutrone e Alessio Romagnoli hanno lasciato il ritiro di Coverciano e non saranno a disposizione del CT per motivi fisici. Mancini attua così le sue scelte “affrettate”: Lorenzo Tonelli(Sampdoria) e Cristiano Piccini (Valencia). Dunque fuori Romagnoli e Cutrone, Gattuso in qualche modo se lo aspettava, il centrale non ha nemmeno preso parte alla gara con il Chievo proprio per problemi fisici mentre Cutrone è entrato a partita in corso pur non avendo smaltito completamente il problema alla caviglia, subito proprio con la nazionale il mese scorso.

Quanto ai sostituti, Tonelli reduce dal gol vittoria contro l’Atalanta, al momento conta una presenza in Under 21 così come Piccini, di ritorno in Liga (dove aveva già giocato con il Betis) da quest’anno dopo la stagione allo Sporting Lisbona. Probabile che questa decisione possa suscitare l’ironia di qualcuno ma oggettivamente questo è e questo ci teniamo senza nulla togliere ai giocatori chiamati in causa, tanto meno alle scelte di un tecnico esperto e che sicuramente non vorrà fare figuracce davanti al mondo intero. Ora Mancini deve vincere, in caso contrario l’ironia sarà palese, a maggior ragione per le scelte quantomeno discutibili.

DONNARUMMA E BONAVENTURA- Sono loro a tenere alta la bandiera rossonera in casa azzurra, quasi sicuramente Donnarumma sarà titolare mentre non è certa la presenza dal primo minuto di Bonaventura se non nella gara amichevole dove molto probabilmente Mancini proverà delle alternative prima di affrontare la Polonia, gara assolutamente da vincere dopo il pari dell’andata. I due compagni di squadra si stanno allenando, intanto loro malgrado hanno dovuto salutare Romagnoli e Cutrone, ancora non al meglio.

 

Articolo precedente
CrespoCrespo: Higuain o Icardi? Una scelta difficile da chi ha vestito entrambe le maglie
Prossimo articolo
BigliaLucas Biglia cuore e polmoni: è lui il rossonero che corre di più