Milan, sorrisi e amarezza: lo stop di Biglia è lungo

© foto Db Milano 31/01/2018 - Coppa Italia / Milan-Lazio / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Lucas Biglia

Lucas Biglia ieri ha lasciato San Siro in stampelle, per lui si parla di diverse settimane di stop

Nonostante il successo ottenuto contro il Genoa nei minuti di recupero grazie alla rete di Romagnoli che è valsa ai rossoneri il quarto posto agganciano la Lazio è portandosi a sole 4 lunghezze da Napoli e Inter al secondo posto, non è tutta sorrisi e abbracci la serata di ieri. Sì perché come annunciato dallo stesso Gattuso al termine della gelata lo stop di Lucas Biglia potrebbe essere più lungo di quanto inizialmente ipotizzato. L’argentino ha subito una ricaduta al problema al polpaccio che l’ha tenuto fermo e sofferente già sul finale della scorsa stagione e ha ora bisogno di qualche giorno di riposo per rimarginare la cicatrice e riassestare il muscolo.

«Nelle ultime due rifiniture che abbiamo fatto abbiamo perso due calciatori. Biglia era disperato, a livello mentale di squadra questo lascia qualcosa» ha detto Gattuso in conferenza stampa facendo riferimento anche agli infortuni accorsi a Caldara (tre mesi) e Bonaventura. Sarà dunque un Milan in parziale emergenza quello che domenica affronterà l’Udinese alla Dacia Arena. Se per Jack però il ritorno in campo non è lontano sarà invece dura per Gattuso poter contare sull’apporto di Biglia fino alla settimana successiva alla sosta di novembre.

Articolo precedente
GattusoMilan, giorno di riposo concesso: si riprende venerdì
Prossimo articolo
Paul Singer ElliotElliott rifiuta 600 milioni per il Milan: ecco il piano del fondo USA